Giugno 19, 2021

Accadde oggi 25 aprile… a Gonnosfanadiga

(*1)

Sette anni fa, nel 2014, il 25 aprile cadde di venerdì. A Gonnosfanadiga, il meteo era pessimo ☔☔☔, ma non a tutti rovinò i programmi. Perché a Gonnosfanadiga, il giorno, chiunque fosse sportivo, appassionato o semplicemente curioso, o, più genericamente, chiunque sentisse un po’ di senso di appartenenza, aveva un appuntamento con la storia. E per questo non aveva programmato alcuna gita fuori porta. A prescindere.

Alle ore 16 🕓🕓🕓 di quel fin li plumbeo pomeriggio, il cielo si squarciò improvvisamente e tra le nuvole fece capolino il sole, dapprima timidamente, poi pian piano in maniera sempre più aggressiva, fino a trasformare una giornata tipicamente autunnale in una clamorosamente estiva. Già da più di un’ora la gradinata del vetusto campo comunale, era gremita oltre la sua capacità. Poi al fischio d’inizio, lo scenario, di colori e rumori, era tale da far accapponare la pelle anche al più duro di carattere. Pure la dirimpettaia tribuna, allestita per l’occasione, era colma, così come i camminamenti ai lati della gradinata e i balconi dei più fortunati, con vista campo. Alla fine, saranno stati non meno di seicento i presenti quel giorno in via Ugo Foscolo. Spettacolo! Tra essi un nutrito gruppo di eccitatissimi ultras, di bianco e verde vestiti ⚪🟢⚪🟢, animatori di un pomeriggio insolito con cori ritmati, tamburi, palloncini, striscioni, bandiere e… birra 🍺🍺🍺 a casciasa!

(*2)

Gonnosfanadiga versus Villacidrese. La partitissima. Cugine contro, con sua maestà il Monte Linas 🏔🏔🏔 sullo sfondo ad osservarle, e a regalare al pubblico un pizzico di poesia. Rispettivamente prima e seconda in classifica, separate da sei punti. Mancano solo due giornate al termine, questa compresa. Calcoli alla mano, è la sfida decisiva.

Inciso… Gonnosfanadiga ha una buona tradizione sportiva, che assume ancora maggiore significato se commisurata alle proporzioni del centro abitato. Nel corso della sua frammentaria storia, la maggiore compagine del nostro paese ha girato tutta la Sardegna e in effetti ottenuto diversi salti di categoria, ma solo uno sul campo, e per giunta avverso, trentasei anni prima. Gli ingredienti, insomma, ci sono tutti. …fine dell’inciso.

Ricordare la partita è esercizio molto complesso. Troppa l’esuberanza ambientale per non farsi coinvolgere, e riuscire a tenere la giusta concentrazione sull’aspetto tecnico. Sul taccuino del cronista 📝📝📝 una sola annotazione, il punteggio finale: 2-0. Con quel risultato il Gonnos scavò il solco definitivo, rendendo incolmabile il divario per gli avversari, e conquistando di fatto aritmeticamente la sospirata promozione in prima categoria.

(*3)

Quello che accadde successivamente può riassumersi con un solo significativo termine: delirio.

Terminati i giri di campo celebrativi, omaggiati presenti e assenti (su tutti l’indimenticabile L.Loru 🤍💚, compianto mancato protagonista)…

…😢…

…e assorbito tutto lo spumante 🍾🍾🍾 procacciato, partì la “carnevalata” più riuscita di sempre, con tanto di carro allestito per l’occasione. Il mezzo scoperto percorse le strade del paese scortato da decine di auto in corteo e persone a piedi, in un tripudio crescente di emozioni. Gonnosfanadiga visse probabilmente una delle più goliardiche e coinvolgenti serate di sempre, e si fece letteralmente travolgere dall’allegria. Aspetto assolutamente non scontato, in un luogo abitato da persone spesso un po’ troppo “musone”… il giorno, invece, finalmente disinibite.

(*4)

Fu una festa davvero sfrenata, culmine di una serata pazzesca, che dimostra che anche nella provincia più profonda, nell’entroterra più umile, con pochi mezzi, tanto entusiasmo e, suvvia, un pelino di orgoglio 💪💪💪, si possono vivere storie comunque meravigliose e raggiungere il proprio appagamento.

Oggi, secondo 25 aprile consecutivo in tempo di pandemia 😷😷😷, sfiniti da un’emergenza interminabile, eventi del genere – vere e proprie occasioni di sfogo – paiono davvero inverosimili e irripetibili.

Ma tant’è…

Aspettando tempi migliori… 🙄

***

Forza Gonnos… in qualunque forma di espressione… sportiva, culturale, culinaria, paesaggistica.. in quella che volete. Sempre.

***

Qui sotto due clips dell’epoca…

(*5)

***

Citazione delle fonti…

  • tutte le immagini sono state scattate da F.Pes
  • il primo video è ripreso da F.Pes
  • il secondo video è prodotto e confezionato da W.Sogus

***

Questo post è rilanciato sulla nostra pagina facebook 👇👇👇

***