Maggio 9, 2021

C’era una volta a Gonnos… “sa grida”

(*)

C’era un evento scenico, che si ripeteva spesso nella tranquilla vita a valle del Linas, che trasmetteva, ogni santa volta, un’ansia…

…un’ansia che neanche un film col bollino rosso…

Cominciava più o meno così… 📢📢📢

“Atten…..zione…………………….”

“Comunicazioni del… Sindaco…..”

“Il Sindaco…………….”

“avvisa tutta la popolazione……..”

“che………..”

Una premessa sempre identica… un tono inconfondibile🎤🎤🎤… come pure la cadenza, caratterizzata da un intervallo tra le parole che sembrava non finire mai, quasi poetico, accattivata ancor di più da una eco sinistra che amplificava l’apprensione per quelle notizie che stavano per essere “comunicate”. Appunto. 

E partiva subito un “cittu… 🤫🤫🤫”. Così in un attimo, chi stava dentro le case si affacciava alle finestre o si precipitava in cortile… chi camminava per strada arrestava la sua marcia. Era come premere il tasto pausa ⏸⏸⏸ nello scorrere delle immagini delle scene di vita quotidiana gonnese.

Tutte le volte.. una prima lettura… poi la replica, po seguresa.

I premillennial gonnesi l’avranno sentito centinaia di volte…

L’avviso dei rientri a scuola 🏫🏫🏫… da brividi…. che avveniva scaglionati, per classi… che ascoltavi con la speranza di poterti sentire concesso quel giorno di vacanza in più, magari per far rosicare fratelli, cugini o amici più grandi o più piccoli, che invece rientravano prima di te… 

Ma anche avvisi di interruzioni di pubblico servizio, piuttosto che di convocazioni, comizi, programmi, ecc., egualmente importanti ma magari meno terrorizzanti…

O, ancora… come dimenticare il messaggio diffuso cadia ai dua de chitzi di una bollente nottata estiva – primi anni ottanta – per invitare i cittadini a offrirsi volontari per arginare un devastante rogo 🔥🔥🔥 che minacciava il centro abitato 😱😱😱.

E mille altre “comunicazioni”.

In ogni caso, a prescindere dalle emozioni che suscitava allora… rievocarlo oggi – che è diventato probabilmente anacronistico – provoca senz’altro una forte sensazione di nostalgia.

***

Fonti…

* – immagine tratta da “google maps” attraverso “street view”