Gennaio 17, 2021

Accadde oggi 13 gennaio… a Gonnosfanadiga

Da “L’Unione Sarda” del 13/01/1949 (archivio MEM di Cagliari)

La “ricorrenza” di oggi è un po’ ambigua… la precisazione è d’obbligo. Quella del 13 gennaio 1949, che “rispolveriamo” in questo post, NON è infatti la data dell’avvenimento oggetto dell’articolo, bensì quella in cui viene pubblicata sul giornale. Il noto quotidiano isolano L’Unione Sarda, rendiconta quel giorno quella che, dai dati in possesso, risulta essere verosimilmente la prima affermazione di una squadra di calcio rappresentante – attraverso la denominazione municipale – il nostro paese in ambito federale. Ovvero, della precorritrice del sodalizio ancora oggi attivo e prospero, dopo esser sopravvissuto a ben quattro interruzioni di attività e rianimato con altrettante rifondazioni (1960, 1971, 2003 e 2010, ndr).

In quell’occasione, il Gonnosfanadiga ospita e batte il Buggerru per quattro reti a due, in un incontro valido per il girone C del campionato di seconda divisione, completato da Montevecchio B, Villacidro, Sardara, Guspini, Arcidano, Ingurtosu, San Lorenzo e Fluminimaggiore.

Aperta parentesi. Contestualizziamo. … Il materiale più datato, tra quelli recuperati nelle ricerche, risale alla seconda metà degli anni quaranta. Nell’immediato dopoguerra, la prima squadra di questa società, col granata come colore sociale (omaggio probabilmente al Grande Torino, scomparso in circostanze tragiche di lì a qualche mese, ndr), militò due stagioni (1948-49 e 1949-50) nell’allora II divisione sarda, corrispondente al sesto livello. L’attività ufficiale eventualmente svolta negli anni precedenti non è al momento documentabile, e per questo motivo, l’anno zero del Gonnosfanadiga può quindi coincidere proprio col 1948, ancorché ci siano diverse testimonianze di attività calcistica nel paese, verosimilmente svolta tuttavia fuori dall’ambito federale. Chiusa parentesi.

Tornando all’ambiguità della data, va peraltro sottolineato che all’epoca, i quotidiani riferivano con una certa differita gli avvenimenti. L’informazione era frammentaria, e lo sport – il calcio in particolare – non rappresentava ancora un movimento di massa come lo conosciamo oggi… quindi non costituiva certamente argomento privilegiato, oscurato com’era dagli assestamenti politici post-bellici. La cronaca offerta al lettore si riferiva, quindi, a una gara disputata evidentemente qualche giorno prima. Ma non c’è modo di sapere, con precisione la data. Ecco perché quindi, quello del 13 gennaio, è un riferimento da intendersi convenzionale.

Per circostanziare meglio, si può aggiungere pure che non è nota neanche la data di costituzione della società; tuttavia, il documento più antico procurato testimonia l’accettazione, da parte della FIGC, della domanda di affiliazione della società in data 24/11/1948, con successiva ratifica datata 22/12/1948 (fonte M.Fadda). L’inizio dell’attività vera e propria è quindi inquadrabile comunque nella finestra tra capodanno ’49 e il 12 gennaio, almeno. Insomma… toccara a s’accuntentai! Dopotutto stiamo tornando indietro di ben settantadue anni… non c’erano gli strumenti di oggi.

Segue la trascrizione integrale dell’articolo, tratto dall’immagine acclusa al post.

GONNOSFANADIGA – BUGGERRU 4-2 – Prima e meritata affermazione del Gonnosfanadiga. Al 12’ Scintu batte Mainardi. Al 22’ pareggia il Buggerru con Bertocchi. Quindi la partita degenera in fallosità e scorrettezze: ne paga le spese Guerrini del Buggerru che viene trasportato a braccia fuori campo. Nella ripresa, all’8’ Mereu riporta il Gonnosfanadiga in vantaggio; al 28’ segna ancora Pisano. Il Buggerru sbaglia al 39’ un rigore con Quesada e si rifà al 42’ con un goal di Selmi, mentre Pisano al 44’ ottiene un altro punto per i locali. Ottimo arbitro Cocco di Cagliari.
Buggerru: Mainardi, Piccardi, Puxeddu, Pili, Cabras, Selmi, Sittia, Quesada, Guerrini, Bertocchi, Bortot. – Gonnosfanadiga: Aru, Piras, Soru, Marongiu, Atzei, Manca, Pisano, Carreras, Gianeri, Scintu, Mereu.
(C.C.)