Novembre 29, 2020

Viaggio nella storia del Gonnos – Gli anni 2000 (seconda parte)

Stagione 2010-11

Nella primavera dell’anno 2010 il Gonnosfanadiga ritrova vita grazie ad una unione d’intenti tra un gruppo promotore, formato da ex giocatori della SS Gonnos Calcio, il GSD Fanadiga Calcio, con sciame di giovanotti al seguito, e l’USD Linas 97, ai cui vertici societari va riconosciuta la spinta decisiva alla felice conclusione dell’operazione.La neonata Unione Sportiva Dilettantistica Gonnosfanadiga, ottenuto il proprio numero di matricola, nuovo di zecca, viene inserito nel giorne C del campionato di terza categoria, gestito dal C.P. di Cagliari. Le formazioni sono 12, geograficamente appartenenti al medio campidano ed alla trexenta…Culturale San Basilio, Fortitudo (di Guspini), Gas Gesico, Gerrei (di San Nicolò Gerrei), Golapini (di Guspini), Guasila, I Bixiaus de Seddori (di Sanluri), Nuova Italpiombo (di San Gavino), Ortacesus, Segariu e Virtus Villamar.L’esordio avviene il 31 ottobre, a Gesico, dove dopo qualche incertezza iniziale dilagano vincendo la gara…

  • Gas Gesico – GONNOSFANADIGA 1-4

La settimana successiva il Gonnos esordisce al comunale, e il punteggio è identico a quello della prima giornata…

  • GONNOSFANADIGA – Golapini 4-1

L’inizio è bruciante e porta altre due vittorie…

  • I Bixiaus de Seddori – GONNOSFANADIGA 0-1
  • GONNOSFANADIGA – Fortitudo 6-0

I biancoverdi si confermano al primo posto in classifica a punteggio pieno. Fa loro compagnia il Guasila, mentre si attardano leggermente Italpiombo e Villamar.Le due capoliste già intravvedono lo scontro diretto in programma a Guasila il 5 dicembre. Prima però c’è per entrambe un ulteriore ostacolo. Il Guasila, in mattinata, non riesce clamorosamente a superare il suo. A Guspini, la Fortitudo vince 4-3 e apre scenari straordinari ai gonnesi, in campo di li a poco. Ma i gonnesi non ne approfittano, e perdono al termine di una gara sfortunatissima (due rigori falliti)…

  • GONNOSFANADIGA – Virtus Villamar 0-1

Matura così dopo quattro giornate il primo beffardo stop, che costa tra l’altro anche la vetta della classifica, ceduta proprio al Villamar.Il colpo è duro da digerire, soprattutto per il senso di ingiustizia che ha lasciato. La settimana successiva, comunque, la gara col Guasila resta importante. In palio c’è la possibilità di immediato riscatto per una delle due.La gara è uno stillicidio di emozioni, ed è vinta…

  • Guasila – GONNOSFANADIGA 2-3

…a tempo scaduto con la squadra in nuove uomini.Il Gonnos è la prima inseguitrice del Villamar, altresì vittoriosa.La settimana successiva si torna al comunale…

  • GONNOSFANADIA – Ortacesus 3-0

Intanto il Guasila perde ancora e dietro a Villamar e Gonnosfanadiga resiste solo l’Italpiombo di San Gavino.Prima della pausa natalizia, però il Gonnos perde di nuovo…

  • Segariu – GONNOSFANADIGA 3-2

Il Gonnos perde terreno dalla vetta e viene superato anche dall’Italpiombo. E qualche giorno dopo anche il rimontante Segariu opererà l’aggancio al terzo posto, vincendo il proprio recupero con la Fortitudo. I punti in classifica sono per entrambe 18.Il 2011 comincia con qualche scricchiolio del Villamar, anticamera di un crollo verticale. Il Gonnos però non ne aproffitterà.Dopo aver vinto di misura in casa…

  • GONNOSFANADIGA – Culturale San Basilio 1-0

…il Gonnos raggiunge San Gavino per un’altra gara fondamentale. Persa…

  • Nuova Italpiombo – GONNOSFANADIGA 2-1

…che avvantaggia i padroni di casa che volano al primo posto, mentre il Villamar inchioda, perdendo sorprendentemente in casa con la Golapini. Anche il Segariu rallenta, e il Gonnos resta terza a-4, in solitudine, mentre il Guasila è ormai avviluppato a centro classifica.Il periodo difficile è solo parzialmente mascherato da due vittorie di seguito tra fine andata e inizio ritorno…

  • GONNOSFANADIGA – Gerrei 3-0
  • GONNOSFANADIGA – Gas Gesico 3-0

Intanto il Giudice Sportivo restituisce al Villamar i tre punti persi con la Golapini, riconsegnandoli a tavolino la vetta della classifica. Il Gonnos è ora a -5.La settimana successiva la Golapini stessa è annientata a domicilio…

  • Golapini – GONNOSFANADIGA 0-4

…poi tocca agli ospiti sanluresi…

  • GONNOSFANADIGA – I Bixiaus de Seddori 2-0

Il Villamar intanto conosce nuovi dispiaceri ma l’Italpiombo non molla. Gonnos torna comunque a -2 dalla vetta, conservando il secondo posto.Ma i problemi non sono finiti. Il 5 febbraio il Gonnos torna a Guspini, al mattino, e non vince…

  • Fortitudo – GONNOSFANADIGA 0-0

…complicando maledettamente il torneo.Di pomeriggio, poi, in programma c’è Italpiombo-Villamar, che se estromette definitivamente gli ospiti, lancia a +4 la capolista, vittoriosa.In settimana S.Caddeo sostituisce M.Bianchini, esonerato, e il Gonnos riprende a vincere…

  • Virtus Villamar – GONNOSFANADIGA 0-2

Dopo Guasila e Segariu, sempre più attardate, anche il Villamar è definitivamente (e clamorosamente) fuori gioco a-9 dal primo posto e -5 dal secondo, occupato ora saldamente dal Gonnos.L’inerzia porta altri due successi…

  • GONNOSFANADIGA – Guasila 3-1
  • Ortacesus – GONNOSFANADIGA 0-2

Nel frattempo è arrivata la primavera. Il Gonnos torna al comunale e si ferma di nuovo…

  • GONNOSFANADIGA – Segariu 2-2 

Il Gonnos però accorcia comunque a -3, perché i Bixiaus de Seddori hanno sconfitto la capolista Italpiombo.Sette giorni dopo, tappa interlocutoria…

  • Culturale San Basilio – GONNOSFANADIGA 0-2

…con l’Italpiombo, che batte 3-2 la Fortitudo. Poi…Poi comincia la settimana di passione. Gli appelli per il più ampio coinvolgimento popolare si sprecano, ma al comunale c’è gente ben oltre le aspettative, e soprattutto più di quanto le gradinate sono in grado di contenerne. Sono oltre trecento le persone accorse al campo sportivo, che trasformano in storica una giornata che sportivamente si rivelerà drammatica. Le gambe tremano di fronte a cotanto scenario; la posta in palio è altissima: l’aggancio della vetta della classifica, abbandonata presto e poi corteggiata ma mai più sfiorata dopo la sfortunata sconfitta interna col Villamar. E l’Italpiombo, con due risultati e mezzo su tre a disposizione approfitta subito dell’imbarazzo altrui… e dopo un quarto d’ora è già in vantaggio. Poi contiene il prevedibile ritorno del Gonnos, un po’ disordinato, che frutta però il pareggio. Segna G.Piras, ultimo a toccare un pallone schizzato rocambolescamente in area. Al riposo si va dunque sull’1-1, risultato che l’Italpiombo conserva tenacemente fino alla mezzora della ripresa, con un’attenta gestione difensiva. Poi… poi sfrutta un calcio di punizione diretto, accoltellando al cuore i gonnesi, che non si rialzeranno più. Saltano i nervi, tre biancoverdi abbandonano il campo uno dietro l’altro per altrettanti cartellini rossi e i sangavinesi infieriscono portandosi a casa risultato e promozione…

  • GONNOSFANADIGA – N. Italpiombo 1-3

È un pomeriggio scioccante, dal quale il Gonnos non si riprende più, neanche dopo due settimane di tentativi di ricaricare delle batterie, ormai esauste.Il torneo si chiude col morale sotto i tacchi…

  • Gerrei – GONNOSFANADIGA 3-2

Si chiude così un campionato programmato in sordina, cominciato a tavoletta e continuato in maniera contraddittoria e discontinua che ha comunque fruttato un secondo posto solitario e netto. Dalla prima posizione il divario è diventato uno squarcio sproporzionato, largo nove punti; di consistenza simile però è anche quello scavato dal Gonnos sulle più immediate inseguitrici – Guasila, Segariu e Villamar appaiate – distanti otto lunghezze.Segue la classifica finale…

fonte: “l’unione sarda” online vers. mobile
Durante l’estate, la Federazione Regionale delibera l’allargamento dei quadri della seconda categoria (da 14 a 16 squadre) e tra i beneficiari del ripescaggio finisce il Gonnosfandiga.

fonte: “l’unione sarda” online del 15/08/2011***

Qui appresso una prima immagine di gruppo…

In piedi da sx: Tore Caddeo, Luca Sogus, Alberto Concas, Paolo Usai, Davide Pischedda, Sergio Deiana, Alberto Corda, Luca Loru, Gianfranco Sardu, Giampiero Piras, Raffaele Pes (presidente), Antonio Scanu; Accosciati da sx: Francesco Dejas, Antonio Concas, Stefano Pintus, Francesco Peddis, Daniele Mocci, Alessandro Piras, Matteo Macis, Davide Argiolas, Walter Foddi. (Foto collezione F.Pes)
…e una seconda immagine di gruppo…

In piedi da sx: Marcello Bianchini (allenatore), Luca Loru, Alessandro Piras, Matteo Macis, Fabio Mocci, Davide Argiolas, Alberto Corda, Francesco Peddis, Gianluca Sogus, Paolo Usai; Accosciati da sx: Marco Fonnesu, Matteo Porta, Stefano Pintus, Antonio Concas, Gianluigi Saba, Daniele Mocci, Francesco Dejas, Matteo Concas. (foto collezione F.Pes)
***
Nel 2010-11 l’USD Gonnosfanadiga allestisce e iscrive ai rispettivi campionati di categoria le squadre appresso raffigurate:

la juniores a Villasimius

i giovanissimi

i pulcini misti

i piccoli amici ad Arbus

Stagione 2011-12

Il Gonnosfanadiga è dunque di nuovo in seconda categoria. Il girone di assegnazione è il D, formato da squadre del Medio Campidano e dell’Oristanese:
Tharros, San Marco Cabras, Guspini, Santa Giusta, Nora Nuraminis, Uras, Italpiombo Santa Teresa (di San Gavino), Sardara, Siddi, Alerese (di Ales), Arcidano, Atl. Cabras, Atl. Marrubiu, Freccia Mogoro e Oristanese.
L’impatto col torneo è scioccante. Nelle prima due partite il Gonnos raccoglie zero punti…

  • GONNOSFANADIGA – Sardara 1-2 
  • Tharros – GONNOSFANADIGA 1-0 

Il campionato della matricola Gonnosfanadiga comincia di fatto con due settimane di ritardo…

  • GONNOSFANADIGA – Alerese 3-1 

Poi di nuovo sofferenze…

  • GONNOSFANADIGA – Santa Giusta 0-0 * 

una fase d’attacco della partita vs Santa Giusta (foto F.Pes)
…prima, e poi…

  • Nora Nuraminis – GONNOSFANADIGA 2-0 *

una fase della partita di Nuraminis (foto trovata su facebook)Intanto in testa alla classifica s’avvantaggia la San Marco Cabras.
Il 23 ottobre i biancoverdi ricevono l’Uras, squadra che occupa quell’ultimo posto in classifica che non abbandonerà più. Gli spalti del comunale sono gremiti, come spesso accadrà in stagione. Il risultato finale è positivo…

  • GONNOSFANADIGA – Uras 2-1 * 

una fase d’attacco della partita vs Uras (foto F.Pes)
…e sistema una classifica ancora molto corta, proiettando il Gonnos più vicino al centro che ai bassifondi.
La San Marco di Cabras è raggiunta in vetta dal Guspini a quota 14, ma resterà di nuovo subito in solitudine grazie al successo proprio ai danni del Gonnos…

  • San Marco Cabras – GONNOSFANADIGA 2-0 *

una fase della partita di Cabras (foto tratta da sanmarcocabras.it)
Arriva novembre, mese di piogge. Il campo di Gonnosfanadiga, in stato sempre più precario, non regge. È così l’arbitro si trova costretto a non poter dare inizio alla gara con l’Oristanese. Questo stop forzato avvicina nuovamente la squadra al fondo della classifica. Intanto in testa la Tharros completa la sua rincorsa superando la San Marco prima ed il Guspini poi, issandosi in testa alla classifica.
La situazione poi peggiora ulteriormente la settimana dopo, quando il Gonnosfanadiga è ospite dell’Italpiombo a San Gavino, indimenticato boia della compagine gonnese nel 2010-11. E il risultati si ripetono…

  • Italpiombo Santa Teresa – GONNOSFANADIGA 1-0 

Non è certamente un bel periodo. Il Gonnos ha ora un solo punto di vantaggio sulla soglia play-out. La retrocessione diretta dista 5 punti. La situazione non accenna a migliorare. La società ha intanto perso il proprio portiere per una lunga squalifica, rimediata sui campi delle giovanili.
Al comunale giunge l’Arcidano, che porta in dote una classifica peggiore dei padroni di casa, ma che si dimostra tuttavia avversario ostico…

  • GONNOSFANADIGA – Arcidano 2-2* 

una fase d’attacco della partita vs Arcidano (foto F.Pes)
Il mercoledì successivo, poi, è fissato il recupero con l’Oristanese, altra squadra di bassa classifica.
Ad un primo tempo grigio si contrappone una ripresa emozionante. Dopo otto minuti le due squadre sono ancora in parità, ma non 0-0 bensì sul 2-2. Due volte in vantaggio gli ospiti, altrettante volte raggiunti. Nei pochi istanti in cui la squadra è sotto viene raggiunto il punto più basso in classifica. Poi ancora… un palo per gli ospiti, l’inferiorità numerica per il Gonnos, e poi finalmente i gol che regalano un successo insperato e preziosissimo…

  • GONNOSFANADIGA – Oristanese 4-2 * 

una fase d’attacco della partita vs Oristanese (foto F.Pes)
Il Gonnosfanadiga sale così a quota 11, vantando 5 punti sull’Alerese, penultimo. E’ la svolta decisiva.
Ormai è inverno. Nella gelida Siddi il Gonnos può contare nuovamente sulle prestazioni del proprio portiere. In settimana, infatti, la società ha “vinto” il ricorso. Arriva il primo punto fuori casa…

  • Siddi – GONNOSFANADIGA 0-0 

Il Gonnos allunga poi ancora la distanza dall’inferno…

  • GONNOSFANADIGA – Atletico Cabras 1-0 * 

Corda realizza il rigore decisivo vs Atl. Cabras (foto F.Pes)
La situazione si stabilizza poi negli impegni successivi. A Guspini, giovedì 8 dicembre, il Gonnos resiste novanta minuti indenne all’asfissiante offensiva dei padroni di casa, in inferiorità numerica per quasi tutto l’incontro. Poi proprio al novantesimo crolla. L’arbitro concede tre minuti di recupero che il Gonnos impegnano per sopravanzare finalmente la metà campo. Negli ultimi istanti, ottiene poi un calcio di punizione diretto dal limite dell’area, e lo trasforma, facendo esplodere le tribune dello stadio, per più della metà occupato da gonnesi…

  • Guspini – GONNOSFANADIGA 1-1 

Alla fine del girone d’andata mancano due giornate. La prima è in casa…

  • GONNOSFANADIGA – Atletico Marrubiu 3-0 

Il Gonnosfanadiga ottiene il sesto risultato utile consecutivo e mette per la prima volta il naso nella parte sinistra della classifica, stabilendosi all’ottavo posto.
Prima della pausa natalizia il Gonnos viaggia a Mogoro, dove disputa sotto la pioggia forse la peggior partita stagionale. E infatti perde…

  • Freccia Mogoro – GONNOSFANADIGA 1-0 

È una sconfitta che non compromette la classifica. Il Gonnos perde un gradino ma vira a punti 19, distante ben 12 lunghezze dalla zona calda. Il Guspini è campione d’inverno, avendo superato la Tharros, clamorosamente sconfitta in casa nell’ultima giornata.
Alla ripresa il Gonnos perde di nuovo…

  • Sardara – GONNOSFANADIGA 2-0 

…poi, riceve la Tharros, e lo fa spavaldamente, senza curarsi del suo blasone…

  • GONNOSFANADIGA – Tharros 3-0 * 

una fase di difesa della partita vs Tharros (foto F.Pes)
La classifica è… una bella classifica. Per impreziosire la stagione serve necessariamente il successo esterno. Che arriva la settimana dopo, ad Ales…

  • Alerese – GONNOSFANADIGA 0-1

Con questa vittoria il Gonnosfanadiga si mette in pratica al sicuro da qualsiasi avversità, portandosi a +15 sulla linea play-out.
La tranquillità raggiunta, inconsapevolmente, forse allenta un po’ la concentrazione. Forse è per questo motivo o forse anche per il valore degli avversari che il Gonnosfanadiga conosce due sconfitte consecutive tra la quarta e la quinta giornata di ritorno…

  • Santa Giusta – GONNOSFANADIGA 2-1 *

una fase della partita di S.Giusta (foto trovata su facebook)

  • GONNOSFANADIGA – Nora Nuraminis 0-1 *

una fase d’attacco della partita vs Nora Nuraminis (foto F.Pes)
La situazione di classifica non peggiora, così come neanche la settimana successiva, quando il Gonnos riesce nel clamoroso intento di rivitalizzare l’Uras, fanalino di coda, reduce da una infinita striscia negativa…

  • Uras – GONNOSFANADIGA 3-3 

Dopo la sosta di carnevale al comunale arriva la San Marco di Cabras, altra nobile decaduta. Tra le mura amiche il Gonnos ha finora costruito le proprie fortune, e non si smentisce neanche stavolta…

  • GONNOSFANADIGA – S.Marco Cabras 2-0 

Ormai si guarda alla classifica solo per la matematica. La salvezza non è in discussione da parecchio tempo. Davanti sono troppo distanti e il campionato non offre obiettivi intermedi.
In questo contesto di rilassatezza, il Gonnosfanadiga perde a Oristano…

  • Oristanese – GONNOSFANADIGA 1-0 

prima di tornare al successo in trasferta…

  • Arcidano – GONNOSFANADIGA 0-1 

In mezzo tra le due sfide, il Gonnosfanadiga è costretto ad un altro stop forzato a causa del mancato arrivo del direttore di gara. Era in programma l’ennesimo faccia a faccia con la bestia nera chiamata Italpiombo. È rinvio.
La salvezza, si diceva però, è ormai una questione di aritmetica, che viene certificata ufficialmente domenica 23 marzo…

  • GONNOSFANADIGA – Siddi 5-1 * 

una fase d’attacco della partita vs Siddi (foto F.Pes)
A salvezza raggiunta poi il Gonnos si toglie l’ultima soddisfazione, sfatando il tabù Italpiombo, letteralmente asfaltato al comunale nel recupero del 28 marzo…

  • GONNOSFANADIGA – Italpiombo Santa Teresa 4-0 * 

una fase d’attacco della partita vs Italpiombo (foto F.Pes)
Arrivano poi tre sconfitte di fila, ininfluenti, fisiologiche…

  • Atletico Cabras – GONNOSFANADIGA 3-2 
  • Atletico Marrubiu – GONNOSFANADIGA 2-0 

…inframezzate da quella che regala la promozione matematica al Guspini, che trionfa a pochi chilometri da casa…

  • GONNOSFANADIGA – Guspini 0-1 * 

una fase difensiva della partita vs Guspini (foto F.Pes)
Il campionato termina il 6 maggio, al comunale…

  • GONNOSFANADIGA – Freccia Mogoro 3-0 * 

una fase d’attacco della partita vs Freccia Mogoro (foto F.Pes)
Si chiude così il primo campionato della nuova epoca in seconda categoria, laddove il Gonnosfanadiga ha legittimato la promozione seppur ottenuta a tavolino, dimostrando quindi di averla ampiamente meritata.
Segue la classifica finale…

fonte: sport.unionesarda.it
Quella che segue è un’immagine di gruppo prima dell’ingresso in campo al comunale:

Nel 2011-12 l’USD Gonnosfanadiga allestisce e iscrive ai rispettivi campionati provinciali le squadre raffigurate qui appresso…

la juniores

i giovanissimi

gli esordienti

i pulcini misti

i piccoli amici

Stagione 2012-13

Il volume più nero dell’archivio biancoverde.
La stagione 2012-13 mai potrà infatti cancellarsi dalla memoria di chi, tifoso o simpatizzante, tiene a questi colori. Purtroppo.
La terza avventura dell’ancora giovanissima U.S.D. Gonnosfanadiga non comincia sotto i migliori auspici. Dapprima le turbolenze del torneo…
notturno con conseguente sovraesposizione mediatica, poi l’insuccesso nella campagna dirigenziale, soprattutto in ruoli cardine, quindi, a meno di una settimana dall’inizio della preparazione, le improvvise dimissioni del mister. Ciliegina sulla torta l’ennesimo furto post-torneo con annesso atto vandalico. Il morale non è sotto i tacchi… più giù.
In questo contesto di frustrazione, la società è davvero ad un passo dal gettare la spugna; ma fortunatamente desisterà dal farlo e si porrà alla ricerca, con l’acqua alla gola, di una nuova guida per la panchina. La fumata è subito bianca, già alla prima scelta: il nuovo allenatore è G.Vacca, giovane gonnese doc. La squadra è comunque tutta ancora da costruire, e il gruppo che inaugura la stagione subito dopo ferragosto non fa certo invidia per consistenza numerica.
Il Gonnos, iscritto in seconda categoria, intanto cambia girone; la promozione del Guspini e la mancanza di squadre come Uras e Arcidano interrompono la continuità territoriale con l’Oristanese… anche per questo motivo i biancoverdi sono trasferiti in un raggruppamento con forte rappresentanza sulcitana, che comprende solo qualche squadra avente sede in comuni del Medio Campidano. Per la precisione, il girone è quello B, composto da: Fermassenti (di S.Giovanni Suergiu), Tratalias, Santadi, Iglesias, Atl. Villaperuccio, San Biagio (di Villasor), Real Porto Pino (di S.Anna Arresi), Buggerru, Villamassargia, Atl. Masainas, Barbusi, San Sperate, Villasor, Monreale (di S.Gavino) e Teulada.
Le prime tre partite sono positive e archiviate senza sconfitte…

  • GONNOSFANADIGA – Fermassenti 1-1
  • Villaperuccio – GONNOSFANADIGA 1-1
  • GONNOSFANADIGA – Masainas 1-0

Poi il 7 ottobre la squadra è chiamata a confermare a Villasor le buone impressioni finora destate… ma incassa invece la prima battuta d’arresto…

  • San Biagio – GONNOSFANADIGA 3-0

…replicata quasi fedelmente sette giorni dopo al comunale…

  • GONNOSFANADIGA – Iglesias 0-2

La classifica è ancora cortissima, il torneo è appena all’inizio. Il calendario propone la trasferta in casa della cenerentola, che conquisterà nella circostanza il suo primo punto…

  • Buggerru – GONNOSFANADIGA 1-1

E’ un periodaccio.
Il 28 di ottobre i biancoverdi perdono di nuovo in casa…

  • GONNOSFANADIGA – Barbusi 1-3

…e cominciano a vedere il fondo della classifica da una preoccupante distanza ravvicinata (+2).
Il 1° novembre, poi, è in programma un turno infrasettimanale, in occasione del quale emerge tutta l’inadeguatezza numerica della rosa. Il calendario propone la trasferta in casa dell’attuale capolista. La meta è raggiunta in emergenza, con soli 13 uomini, e la sconfitta arriva quasi scontata…

  • Santadi – GONNOSFANADIGA 4-1

…nonostante l’illusorio vantaggio.
La situazione si complica notevolmente. Il Gonnos è terz’ultimo, in piena zona spareggi.
Servono rinforzi. Ma il calciomercato è chiuso, ci si affida agli svincolati e a risorse interne.
Occorre invertire la rotta; urge una reazione. Che, meno male, arriva subito… già la settimana successiva, al comunale. Gli ospiti passano in vantaggio, ma poi il risultato è capovolto, con la forza della disperazione…

  • GONNOSFANADIGA – San Sperate 2-1

Poi, però, dopo un turno interlocutorio…

  • Porto Pino – GONNOSFANADIGA 0-0

…la squadra va incontro ad altre due sconfitte. Una interna…

  • GONNOSFANADIGA – Tratalias 1-2

…maturata allo scadere, in rimonta, e una, bruciante e senza attenuanti, esterna, in casa del fanalino di coda del torneo…

  • Villasor – GONNOSFANADIGA 4-1

…che ha l’effetto di risucchiare i biancoverdi al penultimo posto, con un solo punto di margine sull’ultimo. Leggere per credere…

fonte: sport.unionesarda.it
Arriva dicembre, il girone d’andata è agli sgoccioli.
Al comunale arriva una nobile decaduta, vicina di casa. Il successo è d’obbligo…

  • GONNOSFANADIGA – Monreale 2-0

fonte: archivio online de “la nuova sardegna”
La squadra rifiata e la dirigenza può finalmente ufficializzare qualche rinforzo, approffittando della finestra di mercato appena aperta.

……….

Ma se la prima parte della stagione si è rivelata piena di ostacoli e irta di difficoltà di vario genere… il prosieguo sarà un vero e proprio incubo; dal quale con nessun risultato sportivo, neanche con quello massimo, è possibile venirne fuori. Un dramma… intraducibile per iscritto.

……….

Dall’istante in cui lo sfortunato Luca si accascia al suolo nella SUA area di rigore, c’è il vuoto.

……….

Sono momenti terribili, durante i quali quella di mollare è stata davvero la reazione più spontanea e senza alternative.
Però…

……….

Decidere di ripartire non è stato affatto facile. Ma alla fine era un dovere, un obbligo morale, un omaggio a chi non c’è più, a chi così avrebbe voluto… anzi preteso.
Il 23 dicembre, quindi, dopo appena 14 giorni, i compagni di Luca rimettono piede in campo. Lo fanno a San Giovanni Suergiu, in casa della nuova capolista del torneo, per il primo appuntamento del girone di ritorno, dove il furore frutta un risultato (sportivamente) positivo…

  • Fermassenti – GONNOSFANADIGA 1-1

…che in un contesto così triste non offre certo conforto, ma infonde quel minimo di fiducia necessario per provare ad onorare la decisione assunta.
Durante la sosta natalizia il Gonnos ha poi modo di consumare il primo recupero. In un comunale avvolto da un silenzio assordante, i biancoverdi sfogano tutta la loro rabbia addosso ai malcapitati ospiti…

  • GONNOSFANADIGA – Teulada 6-0 *

…in una gara surreale che vedrà gli avversari colpire cinque legni… in circostanze razionalmente inspiegabili.


una fase d’attacco della partita vs Teulada (foto F.Pes)
Siamo nel 2013; il torneo riprende regolarmente alla vigilia dell’Epifania, di sabato… con un successo sofferto…

  • GONNOSFANADIGA – Villaperuccio 3-2

…che rattoppa una classifica tuttavia ancora precaria (+10 sulla retrocessione diretta, ma solo +2 sulla soglia play-out).
L’ultimo recupero è poi onorato il mercoledì successivo, 9 gennaio, in un frigorifero…

  • Villamassargia – GONNOSFANADIGA 2-2

…con i padroni di casa contro i legni per ben quattro volte.
Si tratta del quinto risultato utile consecutivo.
Alla determinazione che ha originato la ripresa si è aggiunta qualità e quantità. La rosa è numericamente ripristinata e conta su nuovi elementi tra i quali emerge soprattutto il nuovo acquisto F.Pinna, bomber che va a segno con disarmante regolarità (già 7 reti in 3 partite).
Il percorso sarebbe potuto proseguire a Masainas, se non fosse per l’inclemenza meteo, manifestatasi sotto forma di diluvio, che annega la prima vittoria in trasferta a tre minuti dal termine… tutto da rifare (sul 2-3).
Prima di recuperare questa partita i biancoverdi hanno però modo di vincere ancora…

  • GONNOSFANADIGA – San Biagio 2-0

…ma anche di subire dopo due mesi l’onta della sconfitta…

  • Iglesias – GONNOSFANADIGA 1-0

Sarà un incidente di percorso. Perchè il Gonnos ha cambiato marcia. L’incubo spareggi è distante 6 lunghezze.
Nel recupero infrasettimanale il Gonnos ribadisce la propria superiorità sull’avversaria…

  • Masainas – GONNOSFANADIGA 0-1

…e imbrocca la prima di una lunga serie di successi, che prosegue così…

  • GONNOSFANADIGA – Buggerru 6-3 *
  • Barbusi – GONNOSFANADIGA 1-2
  • GONNOSFANADIGA – Santadi 3-2 *

fonte: archivio online de “la nuova sardegna”

fonte: archivio online de “la nuova sardegna”

Corda si fa respingere il calcio di rigore vs Santadi (foto F.Pes)
Al netto di tutti i pensieri che inevitabilmente non possono – ne mai potranno – svanire, si respira un’aria moderatamente positiva. Le gradinate si sono ripopolate, e vanno ampliandosi i momenti pre e post-gara.La squadra dopo questo filotto è clamorosamente sesta in classifica e vede ormai la zona pericolosa coi binocoli, avendo scavato un solco quantificabile ora in doppia cifra.
E per non privarsi di nessuna emozione, il Gonnos trova la vittoria anche a tavolino…

  • San Sperate – GONNOSFANADIGA 0-3 *

…facendo propria una gara che stava pareggiando 1-1 sul campo a pochi minuti dal termine, contro una squadra poi rimasta in soli sei uomini.

una fase d’attacco della partita vs San Sperate (foto M.Collu)
Si tratta del quinto successo consecutivo, confermato definitivamente anche dal respingimento del ricorso avverso. Il bottino parziale è poi aggiornato a sei la domenica successiva…

  • GONNOSFANADIGA – Porto Pino 4-2 *

una fase della partita vs Porto Pino (foto F.Pes)
…che vale, seppur in coabitazione, addirittura il quarto posto *(vedi immagine), oltrechè (ma non fa più notizia) la matematica salvezza con cinque giornate d’anticipo.

fonte: sport.unionesarda.it
E se questa materia (la matematica, appunto) non è un’opinione, prima di affrontare il turno successivo va constatato che persistono, seppur oggettivamente remote, ancora chance play-off.
Per alimentarle c’è proprio la prova regina di maturità; in programma il 17 marzo nel profondo Sulcis. Ma il risultato non sarà esattamente quello sperato…

  • Tratalias – GONNOSFANADIGA 5-2 *

una fase d’attacco della partita vs Tratalias (foto M.Collu)
… e con quattro partite ancora da disputare vanno definitivamente ad esaurirsi tutti gli obiettivi di classifica.
Il torneo continua quindi poi in maniera altalenante, dove gli stimoli delle squadre ancora in lotta per la salvezza che affrontano i biancoverdi hanno (spesso) la meglio…

  • GONNOSFANADIGA – Villasor 1-0 *
  • Monreale – GONNOSFANADIGA 1-0
  • Teulada – GONNOSFANADIGA 4-0


una fase d’attacco della partita vs Villasor (foto A.Scanu)
Il congedo è in programma al comunale, il 28 aprile del 2013…

  • GONNOSFANADIGA – Villamassargia 3-3

…e consoliderà una classifica di tutto rispetto, rendendo inattaccabile il quinto posto…

fonte: sport.unionesarda.it
46 punti i punti conquistati, 5 in più del 2011-12; 51 reti realizzate, 49 quelle subite. Tutto sommato numeri rilevanti, offerti agli amanti delle statistiche.
Per chiudere, qui di seguito, l’undici titolare che ha cominciato la partita contro il Villasor…

I piedi, da sx: Fabrizio Sechi, Francesco Pinna, Alberto Corda, Andrea Pinna, Giampiero Piras; accosciati, da sx; Francesco Dejas, Antonio Concas, Marco Fonnesu, Francesco Peddis, Andrea Piras, Alessandro Zaccheddu. (foto collezione di F.Pes)

Stagione 2013-14

Il Gonnos è ai nastri di partenza del campionato di seconda categoria per il terzo anno consecutivo. L’onda…
emotiva della drammatica perdita del Caro Luca ha generato stimoli e determinazione in chi con lui ha condiviso gioie e dolori, e che quindi con lui ha coltivato il sogno di vincere un campionato a Gonnosfanadiga. Con questi presupposti, buona parte dell’organico 2012-13 rinnova il proprio impegno con la maglia biancoverde, con obiettivi che collimano con quelli di un rinnovato direttivo, e di una dirigenza pronta ad assecondare le ambizioni di un tecnico, confermatissimo, che ha in testa un solo traguardo. Si forma un sodalizio tra squadra, dirigenza e tecnico, che in comune hanno una sola MISSIONE da compiere. E una persona speciale cui dedicare il risultato. Se non è un’ossessione, poco ci manca.
La programmazione della stagione parte molto presto, e già prima dell’inizio della preparazione, la rosa è cresciuta, di numero e in competitività. Tra gli interventi sul mercato, emerge senza dubbio il riassorbimento dei parecchi gonnesi in giro per la provincia, sparpagliatisi dopo lo scioglimento del 2009, vogliosi di rientrare nel proprio paese d’origine. Ma non sono questi gli unici innesti; arrivano giocatori di categoria, da tutto il circondario; tutti hanno fondamentalmente una caratteristica che gli accomuna: il legame affettivo con Luca. Ma forse è anche Il progetto Gonnos, da svariate stagioni cenerentola del Medio Campidano, territorio da sempre calcisticamente di alto livello, a cominciare a godere di una certa considerazione.
Gli allenamenti cominciano subito dopo ferragosto, un mese prima dell’inizio del campionato. Nel frattempo, la federazione ha dirottato la squadra verso il centro Sardegna, inserendola in un girone (il C) chilometricamente più equilibrato del precedente, più spostato verso il Sulcis. A misurare le ambizioni del Gonnos saranno Alerese, Atletico Marrubiu, Atletico Sanluri, Circolo Ricreativo Arborea, Francesco Bellu (di Terralba), Freccia Mogoro, Furtei, Gesturese, Isili, Mandas, Monreale (di San Gavino), Ruinas, Sardara, Siddi e Villacidrese.
Il mese di preparazione serve anche per completare la rosa, che si impreziosisce di ulteriori nuovi elementi, tra conferme e nuovi arrivi.
Il campionato del Gonnos comincia prima di tutti, di sabato pomeriggio; esattamente il 21 di settembre, sul campo di Furtei.
È di M.Zanda il primo gol della stagione, che consente ai suoi di chiudere in vantaggio un primo tempo letteralmente dominato. Ma qualche meccanismo s’inceppa, e l’appuntamento con la vittoria è rimandato…

  • Furtei – GONNOSFANADIGA 1-1 

Vittoria che arriva puntuale, però, otto giorni dopo, all’esordio al “Comunale”…

  • GONNOSFANADIGA – Isili 6-3

…al termine di una partita che tuttavia in qualche sua fase crea comunque apprensione, con gli ospiti che arrivano anche a condurre 2-3, ad inizio ripresa, prima di finire travolti dalla reazione dei gonnesi.

* una fase di Gonnosfanadiga – Isili (foto Fabrizio Pes)
In classifica non ci sono squadre a punteggio pieno; e i biancoverdi, complice la differenza reti, si ritrovano provvisoriamente in testa.
Le aspettative sono tante. Ma il cammino è pieno di insidie.
Già alla terza giornata, infatti, il Gonnos conosce l’amarezza della prima sconfitta…

  • C.R. Arborea – GONNOSFANADIGA 1-0 

…che matura su calcio di rigore, nell’ultimo quarto d’ora, e spiana la strada a quella che sarà la nuova capolista del torneo.
Il contraccolpo è evidente. La settimana successiva, al “Comunale” è ospite la Francesco Bellu, ferma al palo a quota zero. L’occasione per il pronto riscatto è servita…

  • GONNOSFANADIGA – F. Bellu 1-1

ma il Gonnos la spreca…

* il rigore fallito in Gonnosfanadiga – F.Bellu (foto Fabrizio Pes)
E dopo quattro giornate, la vetta dista già cinque punti…

screenshot da “L’Unione Sport” online
…quando peraltro incombe una trasferta difficilissima.
Nonostante la partenza tutt’altro che entusiasmante, a Mogoro i gonnesi accorrono in massa. E soffrono, soffrono, fino al minuto 93, quando A.Piras uncina il portiere con una chirurgica conclusione su calcio di punizione diretta, che vale i sospirati tre punti…

  • F. Mogoro – GONNOSFANADIGA 0-1

…che cambieranno l’inerzia della stagione.

* una fase di  F.Mogoro – Gonnosfanadiga (foto Fabrizio Pes)
Il Gonnos comincia li il suo campionato.
Arrivano subito, uno dietro l’altro, altri tre successi, legittimati da prestazioni di assoluto livello…

  • GONNOSFANADIGA – Alerese 3-1 
  • Sardara – GONNOSFANADIGA 2-5 
  • Ruinas – GONNOSFANADIGA 1-3 

…che portano il Gonnos dapprima ad agganciare poi a superare il C.R.Arborea, e restare da sola al comando della classifica.
Ma una nuova insidia è all’orizzonte: il Siddi, squadra costruita per la promozione.
I biancoverdi dominano la gara, ma al 50° subiscono la rete, che si rivelerà decisiva, nell’unica occasione costruita dagli avversari…

  • GONNOSFANADIGA – Siddi 0-1 

…ed escono dal campo senza più il primato in tasca, scavalcati dalla Freccia Mogoro. Il Gonnos insegue sotto di un punto, appaiato alla Villacidrese, mentre il Siddi stesso accorcia a meno uno.
La squadra ha quattordici giorni di tempo per somatizzare l’imprevista sconfitta; il campionato infatti si ferma a causa della tragica alluvione che colpisce l’isola. E alla ripresa, il 1° dicembre, è attesa a Gesturi, dove dopo pochissimi minuti va sotto. Una mazzata, che rischia di minare le certezze di un gruppo ancora alla ricerca della giusto mix tra convinzione e condizione. Invece… la reazione è di quelle prepotenti e frutta un nuovo blitz in trasferta…

  • Gesturese – GONNOSFANADIGA 2-4

Quelle che seguono sono ancora partite dallo svolgimento complicato, sostanzialmente dominate, ma risolte sempre in extremis…

  • GONNOSFANADIGA – Atl. Sanluri 2-0
  • Atl. Marrubiu – GONNOSFANADIGA 0-1

…e consentono al Gonnos di mantenersi nella scia della capolista Mogoro, che tira dritta come un treno.

* una fase di  Atl. Marrubiu – Gonnosfanadiga (foto Fabrizio Pes)
La partita prenatalizia, però, complice lo scontro diretto tra primi e terzi in classifica (Freccia – Villacidrese, finito 1-1), offre al Gonnos… l’opportunità del sorpasso…

  • GONNOSFANADIGA – Mandas 2-0 

…che viene evidentemente sfruttata appieno.
Quella che raggiunge Villacidro, tra natale e capodanno, è dunque la nuova capolista del torneo. Ma la prova si preannuncia, come in effetti si confermerà, dura, durissima. Il primo tempo è letteralmente dominato dai padroni di casa, che solo grazie ad un pizzico di sfortuna non realizzano più di un gol, quello che li consente il riposo in vantaggio. I gonnesi hanno però la pazienza di aspettare il calo alla distanza dell’avversario… ed è allora che colpiscono, con F.Pinna, che ripristina il risultato di parità. La squadra ospite chiude poi all’attacco, ma il risultato non cambierà più…

  • Villacidrese – GONNOSFANADIGA 1-1

Il risultato è estremamente positivo, ma costa nuovamente il primo posto, a vantaggio della squadra di Mogoro, che effettua il controsorpasso dopo appena sette giorni.

* una fase di  Villacidrese – Gonnosfanadiga (foto Fabrizio Pes)
Al giro di boa, poi, è calcio spettacolo. Al “Comunale” va in scena una delle prime esibizioni da urlo che il Gonnos, nel prosieguo del torneo, sarà capace di ripetere più di una volta…

  • GONNOSFANADIGA – Monreale 6-4 

Vince anche la Freccia, e il girone d’andata si chiude quindi con il piazzamento d’onore…

screenshot da “L’Unione Sport” online
La ripartenza nel girone di ritorno è fragorosa. Una dietro l’altra cadono, a suon di reti, tutte le avversarie che si parano davanti ai gonnesi, letteralmente demolite…

  • GONNOSFANADIGA – Furtei 6-2 
  • Isili – GONNOSFANADIGA 0-3 
  • GONNOSFANADIGA – C.R. Arborea 5-1 
  • F. Bellu – GONNOSFANADIGA 1-4 

Intanto, la Freccia Mogoro conosce una prima leggerissima flessione, e con due pareggi nelle ultime due giornate, cede di nuovo il primato al Gonnos, che alla vigilia dello scontro diretto, in programma il 9 febbraio, non solo è di nuovo prima, ma ha anche tre punti di vantaggio.
Le ultime prestazioni hanno cominciato ad ingolosire il pubblico. Dopo tempo immemorabile, comincia ad alzarsi al cielo qualche coro di incitamento… la squadra da qui in avanti disporrà di un’arma micidiale in più: gli…

In occasione della partitissima con la Freccia Mogoro, il “Comunale” registra un pienone d’altri tempi, con oltre 350 spettatori in gradinata.
Il Gonnos, nonostante vesta i panni di “lepre”, fa la partita.
Al 26° del primo tempo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo il Gonnos passa in vantaggio.
Ad inizio ripresa, poi, G.Piras ha tra i piedi un pallone pesantissimo… ma davanti a lui c’è un fenomeno, che gli respinge il calcio di rigore, in una delle innumerevoli prodezze di cui si renderà protagonista in questa giornata, e che varranno alla sua squadra l’imbattibilità, dopo il pareggio ottenuto dal suo compagno col n. 11.
Finisce così…

  • GONNOSFANADIGA – F. Mogoro 1-1 

…ma c’è di che accontentarsi: il primato salvo.
Nelle uscite successive, la capolista si conferma rullo compressore, e mette in fila una serie di successi extra-large…

  • Alerese – GONNOSFANADIGA 0-3
  • GONNOSFANADIGA – Sardara 6-0 
  • GONNOSFANADIGA – Ruinas 6-0 \

…e incrementa il vantaggio sul Mogoro, che nel frattempo ha pareggiato di nuovo, fino a 5 punti. Al terzo posto la Villacidrese è addirittura a -8.

* una fase di  Gonnosfanadiga – Sardara (foto Fabrizio Pes)

** il gol dell’1-0 in Gonnosfanadiga – Ruinas (foto Ma.Ma.)
È la vigilia di una trasferta particolare: Siddi. La sconfitta dell’andata brucia ancora, e l’avversaria ha una delle ultimissime possibilità di riagganciare il treno play-off.
Nella circostanza, il Gonnos è accompagnato da tantissimi tifosi, e dopo pochi minuti è già in vantaggio. Poi… poi l’inferiorità numerica, con annessa massima punizione (trasformata) contro, ad un soffio dall’intervallo, convertono un pomeriggio che pareva sereno in complicatissimo. Nella ripresa arrivano infatti, in rapida sequenza, raddoppio, allungo e doppia inferiorità numerica. Sul 3-1, in soli 9 uomini, il Gonnos sembra sulle ginocchia. Invece… invece, scatta la molla dell’orgoglio, e la squadra sfodera venti minuti di rara intensità e cinge d’assedio la porta avversaria, facendola capitolare una prima volta alla mezzora, e poi infine al 95°, con M.Aru, che manda un messaggio inequivocabile alle contendenti: non ce n’è per nessuno…

  • Siddi – GONNOSFANADIGA 3-3

A fine partita arriva quindi la comunicazione della contemporanea sconfitta del Mogoro a Gesturi; il pomeriggio da drammatico diventa all’improvviso eccezionale.
Il vantaggio è il massimo fin qui raggiunto: +6. Ma le pretendenti sono due, poiché la Villacidrese si è rifatta sotto agganciando proprio la Freccia Mogoro.
Scampato il pericolo, il Gonnos riprende inesorabile la propria corsa. Leggermente meno malleabile il primo appuntamento…

  • GONNOSFANADIGA – Gesturese 3-0 

…sbloccato solo nella ripresa…

* il gol dell’1-0 in Gonnosfanadiga – Gesturese (foto Fabrizio Pes)
…più agevole il secondo…

  • Atl. Sanluri – GONNOSFANADIGA 0-6

…nonostante l’anticipo vincente al sabato della Villacidrese, portatasi provvisoriamente a -3, potesse creare qualche apprensione…

* il gol dell’1-0 in Atl. Sanluri – Gonnosfanadiga (foto Fabrizio Pes)
…così come il terzo…

  • GONNOSFANADIGA – Atl. Marrubiu 2-0 

…ancorché più “umano” del precedente, nelle proporzioni del punteggio.

* una fase di  Gonnosfanadiga – Atl. Marrubiu (foto Fabrizio Pes)
Nel frattempo, il Mogoro, fiera avversaria a lungo capolista, e capace di realizzare una lunghissima striscia positiva, si è inaspettatamente sgonfiato. Ad impensierire il Gonnos resta solo la Villacidrese, distante sempre sei punti, ma con quello scontro diretto minaccioso alla penultima giornata. Peraltro, la squadra di Villacidro, nobile decaduta che sta marciando con impressionante continuità, anticipa regolarmente i propri impegni casalinghi al sabato e tiene sempre il fiato sul collo dei biancoverdi.
Alla terzultima giornata, in teoria, la squadra ha il primo match point a disposizione. Tutto però è subordinato al solito anticipo della Villacidrese, che riceve la disperata Freccia Mogoro, la quale ha in canna l’ultima cartuccia per restare in corsa. Lo stadio di Villacidro, sabato 12 aprile, è diviso perfettamente in tre parti: cidresi, mogoresi e gonnesi sono presenti in tribuna in egual misura. Ti aspetti una gara aperta, che potrebbe agevolare l’impresa del Gonnos il giorno dopo; sarà invece senza storia, finirà 2-0, e la forbice torna a chiudersi: +3.
E puntuale, come nei peggiori incubi, all’indomani, dopo due soli minuti, il Gonnos è sotto. Il quarto d’ora che segue sono tremendi per i tantissimi biancoverdi al seguito. Ma il Gonnos è uno squadrone, e tale si conferma riuscendo ribaltare il risultato a suo favore con la solita determinazione; virtù che mescolata alla indubbia caratura tecnica, l’hanno resa praticamente imbattibile. Finisce in festa…

  • Mandas – GONNOSFANADIGA 1-4

…e il traguardo, mai come ora, è davvero ad un passo.
Le festività pasquali allungano le attese, che crescono giorno dopo giorno, a dismisura, fino a sfogarsi in una esplosione di colori e di rumori nell’indimenticabile pomeriggio del 25 aprile del 2014. Un momento storico… che ognuno dei presenti conserverà per sempre nei propri ricordi. Nel vecchio “Comunale” gonnese c’è gente ben oltre la capienza. Neanche l’incipiente minaccia meteo ferma il serpentone di persone che s’accalca all’ingresso: al fischio d’inizio siamo al limite delle 600 presenze. Non tutti trovano posto a sedere, anche la tribunetta montata in fretta e furia la sera prima, è completa. L’entusiasmo è debordante. E in cotanto scenario, da far accapponare la pelle, va in onda la partita perfetta, calendarizzata al termine del campionato come per uno scherzo del destino. Villacidro contro Gonnosfanadiga… la seconda della classe contro la prima… il paese d’origine di Luca contro quello d’adozione. Ricordiamolo… il Gonnos aveva una MISSIONE da compiere… e come nella più bella delle favole, col fine più lieto che il suo autore potesse esprimere… con un filo di malinconia per l’indimenticabile protagonista assente: ha vinto il Gonnos…

  • GONNOSFANADIGA – Villacidrese 2-0 

…al termine di un pomeriggio che neanche il miglior cronista sull’albo dei giornalisti saprebbe descrivere… perché per capire le emozioni di un evento del genere, vissuto in una umile realtà di provincia, laddove sull’aspetto sportivo – pur nobile – ha prevalso quello umano, c’era solo una possibilità: esserci.

* una fase di  Gonnosfanadiga – Villacidrese (foto Franco Putzu)
Il Gonnos chiude il torneo quindi a San Gavino, con la promozione in tasca…

  • Monreale – GONNOSFANADIGA 1-1 *

…il 1° Maggio del 2014, data nella quale avviene quindi il congedo dalla seconda categoria.

* una fase di  Monreale – Gonnosfanadiga (foto Mario Collu)
Trenta giornate di campionato che restituiscono questa graduatoria finale…

Oltre a quello in classifica, il Gonnos condivide altri primati della categoria: con la capolista del girone A Quartucciu quello del maggior numero di punti conquistati – 72; con la piazzata del girone A Borgo S.Elia, quello delle reti realizzate – 91. Quest’ultimo dato, peraltro, costituisce un piccolo record a livello regionale, poiché nessuno dall’eccellenza alla seconda categoria ha saputo fare di meglio.
La squadra biancoverde, infine, occupa il 7° posto (su 128 partecipanti) nella graduatoria generale in “Coppa Disciplina”; ma, più importante, risulta la prima classificata del proprio girone.
Il Gonnosfanadiga ha compiuto la sua impresa marciando con un ritmo infernale, meritando elogi e titoloni…

…e raggiunge così l’agognata promozione “sul campo”. Un evento che nel paese alle falde del Monte Linas mancava da lunghissimi trentasei anni (precisamente dal 1977-78), essendo quelle successive sempre frutto di un ripescaggio. Il Gonnos di allora poi superò anche un’altra categoria, e dopo aver resistito con ottimi risultati per quasi un decennio nel calcio regionale che conta, chiuse il suo straordinario ciclo nel 1986, esattamente il 4 maggio, con uno sciagurato secondo tempo nella decisiva trasferta di Siliqua, che gli costò la salvezza in un drammatico scontro diretto
Da lì ripartirà, ventotto anni dopo, il Gonnosfanadiga 2014-15… con la speranza di ottenere un esito migliore.
FORZA GONNOS

Stagione 2014-15

Dopo un’attesa lunga quasi un tentennio, dunque, il Gonnos si riaffaccia nel campionato di prima categoria, che si appresta ad affrontare per la sesta volta. La federazione colloca i biancoverdi nel girone B, che abbraccia ben quattro province. Questa la composizione…
Andromeda (di Siurgus Donigala), Carloforte, Escalaplano, Fermassenti (di San Giovanni Suergiu), Gonnesa, Halley Asssemini, Iglesias, Libertas Barumini, Real Villanovatulo, Sadali, Sant’Antioco, Senorbì, Seui Arcuerì, Tratalias e Villacidrese.
La società affida la panchina all’esperto G.F.Farina.
L’esordio nella riconquistata categoria avviene il 21 di settembre del 2014 a San Giovanni Suergiu, dove il Gonnos s’illude di fare il colpaccio, spingendosi fino al doppio vantaggio, per poi trovasi raggiunta nei minuti di recupero…

  • Fermassenti – GONNOSFANADIGA 2-2 

L’inizio è davvero incoraggiante. Sulle ali dell’entusiasmo per la cavalcata pazzesca della stagione precedente, la squadra gonnese continua a non conoscere sconfitta, mantenendo un’imbattibilità assoluta da oramai da quasi un anno solare. E tra la seconda e la terza giornata centra due convincenti vittorie…

  • GONNOSFANADIGA – R.Villanovatulo 1-0* 
  • Escalaplano – GONNOSFANADIGA 1-4 

…che la proiettano al secondo posto in classifica.

* l’immagine del gol vittoria contro il Villanovatulo
La società non ha fatto proclami… ma non si è neanche posta limiti. L’avvio ingolosisce e i biancoverdi hanno voglia di scoprire al più presto la propria reale consistenza. Ma puntuali, arrivano le prime bucce di banana…

  • Sadali – GONNOSFANADIGA 4-1 
  • GONNOSFANADIGA – Andromeda 0-0* 
  • Villacidrese – GONNOSFANADIGA 1-0* 

* l’immagine di una fase della partita contro l’Andromeda

* l’immagine di una fase della partita di Villacidro
La squadra mostra una certa discontinuità… che si accentua nelle successive gare. Davanti, invece, corrono… e la conseguenza è il dilatarsi dello svantaggio dai posti importanti…

  • GONNOSFANADIGA – Halley Assemini 2-1* 
  • Tratalias – GONNOSFANADIGA 2-1 
  • GONNOSFANADIGA – Gonnesa 3-0* 
  • Seui Arcuerì – GONNOSFANADIGA 4-2*

* l’immagine di una fase della partita contro l’Assemini

* l’immagine di una fase della partita contro il Gonnesa

* l’immagine di una fase della partita di Seui
Prestazioni altalenanti… che culminano con la dolorosissima sconfitta interna…

  • GONNOSFANADIGA – Lib. Barumini 1-2* 

* l’immagine di una fase della partita contro il Barumini
…che interrompe la striscia di inviolabilità del “Comunale” che si protraeva esattamente da dodici mesi (Gonnosfanadiga – Siddi del novembre 2013, ndr).
I gonnesi, dopo questa bruciante batosta, sono fermi al decimo posto, distanti già undici punti dalla vetta. Ma si apprestano, come documentano i risultati che seguono, a realizzare una rinfrancante striscia positiva, dopo essersi adeguatamente rinforzati nella finestra invernale di calciomercato (con Mereu, Lilliu e i fratelli Uccheddu, ndr).
Dapprima il Gonnos espugna lo stadio Monteponi…

  • Iglesias – GONNOSFANADIGA 1-2* 

* l’immagine di una fase della partita di Iglesias
…poi, con una prestazione mostruosa, imbarazza niente meno che la capolista del torneo, giunta a Gonnosfanadiga da prima della classe, appunto…

  • GONNOSFANADIGA – Senorbì 5-1* 

…e andata via da seconda, sommersa di reti.

* l’immagine di una fase della partita contro il Senorbì
La squadra è risalita al quarto posto, ma conclude il girone d’andata con due pareggi…

  • S.Antioco – GONNOSFANADIGA 1-1 
  • GONNOSFANADIGA – Carloforte 0-0 

…che aggiornano la classifica al giro di boa verso il basso…


screenshot da “L’Unione Sport” online
Al netto della capoclassifica, è una graduatoria cortissima, che si presta a continui sorpassi e controsorpassi. La piazza d’onore, che da diritto agli spareggi promozione, dista appena cinque punti. I giochi devono considerarsi ancora aperti, evidentemente, ma…..
Ma in quello che si annuncia (e si dimostrerà) il momento della verità, la squadra di fatto stecca, è pian piano viene assorbita dalla pancia del gruppo…

  • GONNOSFANADIGA – Fermassenti1-1 
  • R.Villanovatulo – GONNOSFANADIGA 4-1 
  • GONNOSFANADIGA – Escalaplano 4-0*
  • GONNOSFANADIGA – Sadali 1-2 
  • Andromeda – GONNOSFANADIGA 1-1 
  • GONNOSFANADIGA – Villacidrese 1-3* 
  • Halley Assemini – GONNOSFANADIGA 2-1 

* l’immagine di una fase della partita contro l’Escalaplano

* l’immagine dell’illusorio vantaggio nella partita contro la Villacidrese
La squadra non sa più a vincere. Tolta la gara con l’Escalaplano, ultimo in classifica, che abbandona peraltro il campo dopo soli quarantacinque minuti, il Gonnos è praticamente a digiuno da due mesi e mezzo. E la classifica, nel frattempo, s’è compromessa…

screenshot da “L’Unione Sport” online
La situazione a questo punto desta un filo di preoccupazione. La retrocessione diretta è distantissima, certo… ma gli spareggi…… rappresentano uno spettro da allontanare al più presto.Nonostante la discontinuità finora mostrata, il Gonnos resta un’ottima squadra. E tale si dimostrerà, finalmente, nei successivi tre turni, quando realizza il break decisivo, proprio nel momento più delicato del torneo…

  • GONNOSFANADIGA – Tratalias 3-2 
  • Gonnesa – GONNOSFANADIGA 1-2 
  • GONNOSFANADIGA – Seui Arcuerì 2-0 

Soprattutto le prime due, invero, non saranno delle passeggiate. Anzi. In entrambe le circostanze il Gonnos vince di rimonta (col Tratalias addirittura recuperando uno 0-2), e segna il gol risolutivo oltre il novantesimo.
Ma… in qualunque modo siano arrivati (ad ogni modo meritatissimi), sono nove punti fondamentali… e permette alla squadra un finale di campionato senza tensioni.
Il vantaggio accumulato si rivela ampiamente sufficiente, e nonostante i zero punti in tre partite…

  • Lib. Barumini – GONNOSFANADIGA 2-1
  • GONNOSFANADIGA – Iglesias 1-2 
  • Senorbì – GONNOSFANADIGA 2-0

…la matematica salvezza è ottenuta con 180 minuti di anticipo.
A questo punto, le ultime due gare, servono quindi solo per le statistiche…

  • GONNOSFANADIGA – S.Antioco 0-0 
  • Carloforte – GONNOSFANADIGA 2-0 (leggi)

Il Gonnosfanadiga termina la stagione al decimo posto…

screenshot da “L’Unione Sport” online
***

Della stagione 2014-15, sono tre le foto di squadra recuperate…

foto scattata ad Iglesias – immagine postata su facebook dall’utente “Massy Mall”In piedi da sx: Scanu Antonio, Farina Gian Franco, Mereu Stefano, Pilloni Federico, Lilliu Gianluca, Falqui Renato, Pinna Francesco, Piras Andrea, Putzolu Riccardo, Pes Raffaele, Concas Antonio, Puzolu Emanuele; accosciati da sx: Sogus Alessandro, Saba Nicola, Cherchi Tomaso, Congiu Nicola, Zanda Matteo, Frau Nicola, Dejas Francesco, Peddis Francesco, Porta Francesco.

foto scattata a Villanovatulo – immagine postata su facebook dall’utente “Secondo Curreli”In piedi da sx: Mereu Stefano, Lilliu Gianluca, Dejas Francesco, Pilloni Federico, Pinna Francesco, Falqui Renato; accosciati da sx: Cherchi Tomaso, Congiu Nicola, Concas Roberto, Frau Nicola, Zanda Matteo.

foto scattata a Carloforte – immagine postata su facebook dall’utente “Federico Uccheddu”In piedi da sx: Farina Gian Franco, Uccheddu Federico, Lilliu Gianluca, Pilloni Federico, Falqui Renato, Concas Antonio, Pinna Francesco, Uccheddu Filippo, Piras Andrea, Putzolu Emanuele; accosciati da sx: Abis Alessio, Saba Nicola, Fonnesu Marco, Cherchi Tomaso, Frau Nicola, Concas Roberto, Peddis Francesco, Scanu Antonio.

Stagione 2015-16

Nel 2015-16 il Gonnosfanadiga partecipa di nuovo al campionato di prima categoria. Il girone di competenza è quello B, che protende la sua influenza verso il nord. Tra trasferte inedite e mete conosciute il Gonnos s’appresta a sfidare…
Abbasanta, Andromeda (di Siurgus Donigala), Allai, Arborea, Atletico Cabras, Borore, Freccia (di Mogoro), Libertas (di Barumini), Oristanese, Ottana, Samassi, Samugheo, Santa Giusta, Serramanna e Virtus Villamar..
I biancoverdi hanno un buon approccio al torneo, e mantengono l’imbattibilità a lungo…

  • Abbasanta – GONNOSFANADIGA 1-1
  • GONNOSFANADIGA – Lib. Barumini 2-2
  • GONNOSFANADIGA – Freccia 1-0
  • Borore – GONNOSFANADIGA 0-0
  • GONNOSFANADIGA – Allai 3-1
  • Samugheo – GONNOSFANADIGA 0-0

… ma sono già a -8 dalla vetta, occupata dalla squadra dell’ex mister Farina, prima a punteggio pieno, proprio alla vigilia del confronto diretto…

  • GONNOSFANADIGA – Santa Giusta 1-0

…che assegna altri tre punti ai gonnesi, che prendono posto al sesto gradino della classifica.
La settimana successiva arriva anche il primo squillo in trasferta…

  • Ottana – GONNOSFANADIGA 0-4

…che vale un altro gradino scalato, quindi il quinto posto, a -3 dalla vetta e +11 dalle zone calde.

Il campionato prosegue quindi con un pareggio interlocutorio…

  • GONNOSFANADIGA – Atl. Cabras 1-1

…che precede la prima sconfitta…

  • Oristanese – GONNOSFANADIGA 2-0

…che, dopo due mesi di inviolabilità, rappresenta la svolta della stagione…

  • GONNOSFANADIGA – V. Villamar 0-0
  • Andromeda – GONNOSFANADIGA 1-0
  • GONNOSFANADIGA – Samassi 0-1

Un mini ciclo decisivo, che confina il Gonnos in una posizione di centro classifica, distantissima dalla vetta (-16 proprio dal Samassi) e dalla piazza spareggi (-10 dal Santa Giusta), quanto dalla zona retrocessione (+9 sul Borore).
Posizione che non cambierà più, nella sostanza, in virù dei seguenti risultati:

  • Serramanna – GONNOSFANADIGA 0-1
  • GONNOSFANADIGA – Arborea 0-3
  • GONNOSFANADIGA – Abbasanta 1-0
  • Lib. Barumini – GONNOSFANADIGA 4-2
  • Freccia – GONNOSFANADIGA 1-1
  • GONNOSFANADIGA – Borore 2-0
  • Allai – GONNOSFANADIGA 1-1
  • GONNOSFANADIGA – Samugheo 2-1
  • Santa Giusta- GONNOSFANADIGA 2-1
  • GONNOSFANADIGA – Ottana 2-1

…con quest’ultimo risultato, che chiude ogni gioco anche per la matematica, con sette giornate d’anticipo sulla conclusione del torneo.
Torneo che si chiude con questi risultati…

  • Atl. Cabras – GONNOSFANADIGA 5-2
  • GONNOSFANADIGA – Oristanese 0-1
  • V. Villamar – GONNOSFANADIGA 2-1
  • GONNOSFANADIGA – Andromeda 0-0
  • Samassi – GONNOSFANADIGA 4-0
  • GONNOSFANADIGA – Serramanna 2-1
  • Arborea – GONNOSFANADIGA 1-0

Atletiico Cabras e Gonnosfanadiga schierate prima del match (foto tratta da Tuttocampo.it)
…e con questa classifica finale…

Qui appresso un’immagine della squadra schierata…

In piedi, da sx: Sanna, Orrù, Pilloni, A.Concas, Costorella, Piras; Accosciati – da sx: Abis, R.Concas, Fonnesu, Valluzzi, Sardu. Immagine tratta da “L’Unione Sarda.it”

Stagione 2016-17


Nel 2016-17 il Gonnosfanadiga disputa per la terza volta consecutiva il campionato di prima categoria. La federazione assegna i biancoverdi di nuovo al girone B, territorialmente stavolta sbilanciato più verso sud, in contrapposizione rispetto alla scorsa stagione, disputata invece nel centro Sardegna. C’è parecchio…
…Sulcis; ma anche Marmilla, Trexenta e Sarcidano.
Il lotto di squadre che
compongono il raggruppamento è il seguente: Andromeda (di Siurgus Donigala), Atletico Narcao, Atletico Villaperuccio, Cortoghiana, Domusnovas J.S.E., Fermassenti S.G. (di San Giovanni Suergiu), Gergei, Guasila, Libertas (di Barumini), Sadali, Senorbì, Seui Arcuerì, Tratalias, Villamassargia e Virtus Villamar.
A pochi giorni dall’inizio – quest’anno posticipato ad Ottobre – da forfait il Tratalias, che azzoppa il girone e regala due giornate di riposo a tutti, riducendo nel contempo anche a due il numero delle squadre che dovranno retrocedere.
La rosa allestita è ambiziosa. Al comando resta A.Zaccolo, che ai suoi ordini ha un organico profondamente rinnovato. E competitivo.
L’obiettivo “promozione” non è sbandierato, ma visti gli sforzi sul mercato, la dirigenza non ha sicuramente tra le aspettative un torneo di basso profilo.
L’esordio avviene in trasferta, il 2 ottobre, a Barumini, dove i biancoverdi comandano per tutta la gara, raggiungendo addirittura il doppio vantaggio. Sono costretti però inevitabilmente a subire il ritorno dei padroni di casa, che si concretizza col pareggio-beffa, acciuffato proprio nei minuti di recupero…

  • Lib. Barumini – GONNOSFANADIGA 2-2

I ragazzi si rifaranno però esattamente sette giorni dopo, quando saranno loro ad avvantaggiarsi negli ultimi istanti di gara…

  • GONNOSFANADIGA – Sadali 1-0

Il Gonnos assaggia quindi, dopo tanto tempo, la vetta della classifica la settimana successiva, allorquando espugna il campo di Villaperuccio in anticipo di sulle altre…

  • Atl. Villaperuccio – GONNOSFANADIGA 1-2

Il primato resta solitario, tuttavia, solo ventiquattrore; il giorno dopo, infatti, due squadre agganciano i gonnesi al comando: sono l’Andromeda ed il Villamar.
Ma complice il calendario, il Gonnos riesce a scrollarsi di dosso le compagne nel turno successivo, quando vince nettamente in casa…

  • GONNOSFANADIGA – Fermassenti 3-0

…e approfitta dei turni di riposo altrui, portandosi al comando in solitudine.
Dopo quattro giornate il Gonnos è dunque ancora imbattuto, e proviene da tre vittorie consecutive. Ma c’è chi ha fatto di meglio, conquistando il bottino pieno, pur giocando una gara in meno: il Villamassargia, pertanto capolista virtuale con tre vittorie su tre. E domenica 23 ottobre, manco a farlo a posta, c’è lo scontro diretto…
…che il Gonnos supera brillantemente…

  • Villamassargia – GONNOSFANADIGA 1-3

…legittimando la propria straordinaria classifica.
Le vittorie consecutive diventano poi cinque, dopo…

  • GONNOSFANADIGA – Cortoghiana 2-0

…quando i punti si aggiornano a 16 (in 5 gare), comportando un distacco è di +3 su Sadali e Andromeda (conquistati da questa però in 4 gare).
E ancora una volta, il calendario mette alla prova la squadra di Mr Zaccolo.
Quella del 13 novembre, sul campo di Siurgus Donigala, è infatti un autentico scontro al vertice; proprio perché l’Andromeda ha già riposato, e virtualmente ha gli stessi punti. Ma stavolta, il  banco di prova non è superato…

  • Andromeda – GONNOSFANADIGA 3-1

Il primato resiste, ma è condiviso ora con altre due squadre, per una delle quali – proprio l’Andromeda – con percorso netto, senza sconfitte.
Il Gonnos accusa il colpo, e cade anche il turno successivo…

  • GONNOSFANADIGA – Gergei 0-1

… perdendo contatto dalla vetta, ora occupata dal Sadali, che nel frattempo ha battuto l’Andromeda nello scontro diretto.
La situazione sembra risistemarsi la settimana successiva, quando anche il Sadali perde, e il Gonnos, corsaro nella trasferta più lunga…

  • Seui Arcuerì – GONNOSFANADIGA 0-5

…ripristina la classifica, riformando il terzetto al primo posto.

un fotogramma di Seui-Gonnosfanadiga, giocata a Sadali (foto E.Meloni, trovata sul web)
Ma i problemi sono tutt’altro che finiti.
È un periodo opaco…

  • GONNOSFANADIGA – Domusnovas 0-1

… ma soprattutto sfortunato. La sconfitta matura al 92° minuto, e lancia inaspettatamente proprio gli ospiti al comando della classifica.
Segue un altro mezzo giro a vuoto…

  • Atletico Narcao – GONNOSFANADIGA 0-0

… prima di ritrovare finalmente successo…

  • GONNOSFANADIGA – Virtus Villamar 3-1

… e primato…
…approfittando delle incertezze che stanno manifestando a turno tutte le concorrenti.
Arriva quindi anche per i biancoverdi il turno di riposo…
… che però si protrarrà sproporzionatamente, complice la sosta invernale.
Il torneo ricomincia il 9 gennaio. Per il Gonnos il 15. Ma un imprevisto (un lutto nel paese ospitante) allunga ancora l’attesa, rischiando di allentare la tensione. Si gioca martedì 17 gennaio… esattamente un mese dopo (l’ultima fu il 18 dicembre)…

  • Guasila – GONNOSFANADIGA 0-2.

…quando finalmente, si chiude questa lunghissima, sosta senza danni,
A questo punto, manca solo un turno alla fine del girone d’andata.
Il Domusnovas capolista ha perso, e il Gonnos gli è saltata subito addosso.
Nella quindicesima giornata si fermano anche Andromeda e Villamassargia, causa maltempo, cosicché il Gonnos, vincendo…

  • GONNOSFANADIGA – Senorbì 3-0

…riesce a compiere il giro di boa al comando, da sola (perché il Domusnovas ha perso di nuovo).

Al riavvio, i biancoverdi sembrano insistere…

  • GONNOSFANADIGA – Lib. Barumini 4-1

E tentare la fuga. Ma…

…saranno coincidenze.

Fatto sta che quando zio Tore – generosissimo onnipresente dirigente dell’ultima epoca – va via, lascia la squadra prima in classifica.
E la sua dolorosa dipartita coincide, invece, con un crollo, forse fisiologico, che si rivelerà decisivo…

  • Sadali – GONNOSFANADIGA 2-1
  • GONNOSFANADIGA – Atl. Villaperuccio 1-1
  • Fermassenti – GONNOSFANADIGA 3-3

(con pareggio subito al 95°, in quest’ultima occasione), intervallate dal recupero vittorioso dell’Andromeda, che varrà loro quel primo posto che non molleranno più.
Così, nel breve volgere di tre sole giornate, il Gonnos, non solo ha perso la vetta, ma già paga un distacco considerevole: 5 punti. Con una gara disputata in più. Tra l’altro.
Inizia, in pratica, un altro campionato. Mentre l’Andromeda ne disputa uno per conto suo, alle avversarie, tra cui il Gonnos, resta solo l’obiettivo di ripiego: il piazzamento d’onore, che da comunque vantaggi in ottica ripescaggio.
Sadali e Domusnovas hanno perso contatto. A contenderglielo restano Villamassargia e un emergente Gergei.
Questo “nuovo” torneo comincia comunque in maniera positiva…

  • GONNOSFANADIGA – Villamassargia 2-0
  • Cortoghiana – GONNOSFANADIGA 1-2

…gare che precedono lo scontro diretto con la capolista, che alla vigilia però ha ancora un margine cospicuo (+5) e ha già riposato.
La sfida finirà in parità…

  • GONNOSFANADIGA – Andromeda 0-0

…con poche emozioni.
Ben più importante, a questo punto, è il successivo impegno in casa del Gergei, sempre più vicino.
Che finisce male…

  • Gergei – GONNOSFANADIGA 3-1

…permettendo agli avversari di accorciare a -1.
Per fortuna, però, non ne approfitta il Villamassargia, che perde in casa il proprio incontro e resta anch’essa a -1. Ma complice quel maledetto turno di riposo, che quest’ultima, a differenza del Gonnos, ha già osservato, questo -1 è solo virtuale.
Il periodo è decisivo.
Le dirette avversarie il turno seguente totalizzano zero punti: Gergei, a riposo, e Villamassargia sconfitto.
Il Gonnos invece vince agevolmente…

  • GONNOSFANADIGA – Seui Arcuerì 4-0

…e può tracciare un solco profondo, portandosi a +4.

un fotogramma di Gonnosfanadiga-Seui (foto E.Meloni, trovata sul web)
Vantaggio importante, che grazie ad un cammino senza più intoppi…

  • Domusnovas – GONNOSFANADIGA 0-2

…regolare ma comunque non senza emozioni (meno male, a lieto fine)…

  • GONNOSFANADIGA – Atl. Narco 2-1
  • Virtus Villamar – GONNOSFANADIGA 1-2

…entrambe vinte nei minuti di recupero…
…nonostante il riposo programmato alla terzultima…
…costringerà Gergei e Villamassargia ad arrendersi…

  • GONNOSFANADIGA – Guasila 9-0
  • Senorbì – GONNOSFANADIGA 1-4.

Dietro l’Andromeda campione, il Gonnos conquista dunque un prestigiosissimo e gratificante secondo posto (miglior risultato di sempre nella categoria, all’ottava partecipazione).

Le chance sono poche… ma la speranza è l’ultima a morire. Nella graduatori stilata dalla federazione Ovodda e Arzana precedono il Gonnos, per anzianità, mentre Oschirese e Thiesi partono svantaggiate. Le prime due beneficiano subito del salto di categoria grazie all’approdo in serie D del Budoni, che vince i suoi play-off, e alla rinuncia della SEF Torres al campionato di competenza (l’Eccellenza, che giocherà comunque assorbendo il Tergu). Il Gonnosfanadiga è quindi legato al destino del Muravera che ha presentato regolare domanda di ripescaggio in serie D, categoria dalla quale è appena retrocessa. Per tutta l’estate le testate giornalistiche isolane danno per scontato il positivo riscontro alla domanda del Muravera. L’ambiente biancoverde legge e ci casca. E per questo che quando la lega pro annuncia che non coprirà i posti vacanti in serie C, condizione imprescindibile per innescare i ripescaggi a catena nelle categorie sottostanti, a Gonnosfanadiga scende il gelo… in piena estate.Il sogno sembra davvero svanito, quando all’ultimo sospiro, poco prima di ferragosto, anche il SEF Tempio getta inaspettatamente la spugna e crea quel buco nell’organico del campionato di eccellenza che genera l’effetto domino che premia il Gonnosfanadiga, che può quindi partecipare dopo trentatreanni di assenza al torneo regionale di promozione. Si compie così un altro “miracolo”, che corrisponde al terzo salto di categoria in soli sette anni di attività.
***Qui appresso due immagini della squadra…

Da Sx.. in piedi 1° Costorella Omar, 2° Atzeni Christian, 3° Pilloni Federico, 4° Petucco Roberto, 6° Pinna Francesco, 7° Vaccargiu Luca; accosciati 1° Schwartz Michael, 2° Pusceddu Alessio, 3° Floris Luca, 4° Concas Roberto.

Da Sx.. in piedi 1° Schwartz Michael, 2° Atzeni Christian, 3° Incani Stefano, 4° Pilloni Federico, 5° Zaccolo Alessandro, 5° Pinna Francesco, 7° Orrù Michele, 7° Sardu Giacomo, 9° Scanu Antonio; accosciati 1° Concas Roberto, 3° Concas Antonio, 4° Floris Luca, 6° Vaccargiu Luca, 8° Petucco Roberto, 9° Piras Andrea, 10° Fonnesu Marco, 11° Pusceddu Alessio, 12° Pinna Matteo.

***

Fonti…

  • la classifica di cui all’immagine n. 1 è tratta dal sito di “Televideo RAI”
  • la classifica di cui all’immagine n. 2 è tratta da “L’Unione Sarda”
  • la classifica di cui all’immagine n. 3 è tratta dal sito de “La Nuova Sardegna”
  • l’immagine n. 4 è stata postata su facebook dall’utente “Secondo Curreli” sulla bacheca del profilo “Il Gonnos”
  • l’immagine n. 5 è stata postata con condivisione pubblica su facebook dall’utente “Massy Mall”

Contenuti gentilmente messi a disposizione da Fabrizio Pes, autore di ricerche svolte di propria iniziativa, dedicate alla squadra di calcio più rappresentativa di Gonnosfanadiga e già pubblicate a suo tempo sul sito ufficiale dell’USD Gonnosfanadiga

N.B. Nella cronistoria non sono purtroppo presenti le ultime due stagioni dal 2017 al 2019 in quanto non reperibili dall’archivio dal quale sono estrapolate le cronistorie di tutte le altre stagioni.