Polisportiva Primavera - Mens Sana Sant'Andrea Frius 76 - 43

E’ iniziato nel migliore dei modi il girone di ritorno per la Polisportiva Primavera Basket nel campionato di Prima Divisione di Pallacanestro. Dopo aver chiuso imbattuta il girone di andata (anche se in realtà manca ancora il recupero di una gara non disputata a dicembre), la compagine del coach Cannas ha suggellato con l’ennesima vittoria l’inizio del girone di ritorno, avendo la meglio sulla Polisportiva Mens Sana di Sant’Andrea Frius con il punteggio di 76 a 43. Un partita senza storia, dominata dai padroni di casa dall’inizio alla fine, in cui il mister della Primavera...
ha potuto dar spazio a molti giocatori della sua squadra fin’ora poco utilizzati. Dal canto suo il Sant’Andrea, cenerentola del campionato con nemmeno una vittoria all’attivo e giunta al PalaKennedy senza molte pretese, ha fatto la sua dignitosa partita, combattendo su ogni pallone, ma palesando evidenti limiti tecnici che non le hanno mai permesso di entrare veramente in partita. La cronaca della gara vede i biancoverdi (in tenuta gialla) prendere subito il largo, grazie a 4 triple consecutive (2 di Pinna e 2 di Muntoni), siglando fin dai primi minuti un solco a suo favore di 12 a 3. L’inedito quintetto mandato in campo da Cannas composto da Muntoni, Casti, Pinna, Aru A. e Piras nonostante abbia finora giocato assieme poche volte, fa vedere buone geometrie, riuscendo ad arrivare a canestro con una certa facilità e dimostrandosi abile a ben contenere l’attacco avversario, in cui, in verità, solo il numero 7 Montisci e il numero 11 Pistis sono risultati pericolosi. Il primo quarto si chiude così con i ragazzi di casa in vantaggio con il punteggio di 23 a 11, mostrando una netta superiorità non solo nel punteggio ma anche nel gioco.
Nel secondo quarto ampio turnover per la formazione del medio campidano. Entrano Masuri, Ortu, Massa e Vaccargiu F., ma la musica non cambia. Gli ospiti continuano a subire su tutti i fronti, percentuali al tiro, rimbalzi, tiri dalla lunga distanza, permettendo così ai locali di dilagare e di andare riposo sopra di ben 31 punti (50 a 19). La partita finisce qui. Nel terzo e nel quarto parziale la Primavera toglie il piede dall’acceleratore, continuando la girandola delle sostituzione e limitandosi a controllare gli attacchi dei ragazzi della Trexenta a cui va comunque il merito di non aver mai smesso di giocare nonostante il passivo non sia mai sceso, negli ultimi 2 quarti, al sotto dei 30 punti. 
I tabellini vedono sugli scudi, per gli ospiti, i già citati Pistis, autore di 14 punti, e Montisci, con 13. Per i locali segnaliamo i 17 punti di Muntoni e Vaccargiu F. e i 13 di Masuri.
Crediamo sia doveroso sottolineare che con questa vittoria la Primavera da una vera dimostrazione di quanto questo gruppo sia cresciuto in questi anni e abbia raggiunto una certa maturità. Pur mettendo in campo molti giocatori finora poco utilizzati, la compagine di casa ha dimostrato di poter avere ragione di qualsiasi avversario grazie a una rosa ampia e all’altezza di ogni situazione, con dei giocatori sempre pronti a dare il proprio contributo appena vengono chiamati in causa. E’ il gruppo la forza di questa squadra, con tutti i suoi pregi e i suoi difetti. E soltanto salvaguardando questo spirito di gruppo che si può pensare in grande. 
Ora comunque non è il momento di fantasticare. Il campionato è ancora lungo: avanti tutta!

Commenti