Polisportiva Primavera Basket - Sinnai Basket 65-39

Dopo aver raggiunto le 6 vittorie su 6 gare disputate, per tifosi, atleti e dirigenti della Polisportiva Primavera Basket sarebbe più che lecito sognare! Tuttavia, la gara disputata venerdì 11 gennaio scorso contro l’AD Sinnai Basket sul parquet di casa e vinta con il punteggio di 65 a 39, dice soltanto una cosa: il campionato provinciale di Prima divisione di pallacanestro è difficile e sottovalutare qualsiasi avversario può essere letale!
Contrariamente, infatti, a quanto potrebbe testimoniare il largo punteggio acquisito alla fine,...
la partita di venerdì ha visto il quintetto guidato dal coach Cannas scendere in campo con un tempo di ritardo: un fatto pericolosissimo che avrebbe potuto, con un avversario più cinico, compromettere seriamente l’andamento di tutta la gara. Il Sinnai, cenerentola del campionato assieme al Sant’Andrea Frius, ha avuto un approccio alla partita più deciso, ha iniziato indiscutibilmente meglio dei padroni di casa e ha condotto il primo quarto con percentuali al tiro elevatissime, mentre il quintetto biancoverde (in tenuta blu), imbrigliato da una difesa a zona a 4, con marcatura a uomo sul portatore di palla, s’ingegnava inutilmente a trovare il modo per fare canestro. Il primo quarto si è chiuso così con il Sinnai in vantaggio per 20 a 17 (dopo aver raggiunto anche un vantaggio di +7), con i ragazzi dell’hinterland di Cagliari abili e precisi a perforare una difesa avversaria a tratti piuttosto distratta, e con i gonnesi riusciti a fatica a limitare i danni soltanto grazie alle 2 triple messe a segno da Aru S. e ai ben 7 punti realizzati nel primo parziale da un Masuri in versione “cecchino”. Nel secondo quarto finalmente si rivede la Polisportiva Primavera di sempre. Le percentuali al tiro del Sinnai crollano terribilmente, grazie anche a una difesa avversaria non più ballerina, mentre i locali iniziano a recuperare palloni e inanellare canestri su canestri, rispolverando il binomio difesa-contropiede con i soliti lanci del play Ruggeri per i galoppatori Vaccargiu e Piras. Il parziale termina così con i ragazzi del medio campidano in vantaggio con il punteggio di 41 a 25: un rassicurante + 16 che ha consentito ai padroni di casa di gestire con tranquillità il resto dell’incontro.
Nei successivi parziali, il quintetto di Cannas ha dato ampio spazio alla panchina, dalla quale, tra l’altro, sono arrivate le note più liete di tutta la gara. Buone, se non ottime, le prestazioni dei vari Aru A., Casti (autore di 5 punti, tra cui una tripla), Pinna, Vaccargiu F., Serru, Muntoni, Massa, che a partire dall’intervallo in poi si sono alternati in campo senza per nulla far rimpiangere i compagni partiti titolari. Giocatori alle volte poco utilizzati, che comunque, in ogni occasione si dimostrano sempre pronti a sostituire degnamente e con caparbietà i compagni scesi in campo prima di loro. In questa partita, in particolare, sono stati bravi a contenere il leggero ritorno degli avversari nel terzo quarto (chiuso con i locali in vantaggio con il punteggio di 45 a 34) e a far prendere definitivamente il largo alla propria squadra nell’ultimo parziale di gioco chiudendo l’incontro con il +26 finale.
I tabellini registrati a fine incontro dicono che per la Polisportiva Primavera sono andati a segno ben 11 giocatori su 12, con sugli scudi il presidente/giocatore Masuri, 14 i punti finali realizzati, e i sempre produttivi  Vaccargiu V. e Ruggeri S., con, rispettivamente, 13 e 9 punti. Per il Sinnai Basket, unica nota di merito al numero 5 Monni, il giocatore più pericoloso della sua squadra, autore di 13 punti tra cui 2 triple.
Prossimo appuntamento domenica 21 gennaio fuori casa contro il Mogoro: una partita contro una squadra con una certa tradizione, che tuttavia sulla carta non dovrebbe essere proibitiva, sperando che la conquista della zona alta della classifica non faccia soffrire di vertigini ai nostri portabandiera.

Commenti