Il Presepe "de bixianu"

Nell’immaginario collettivo, si sa, tra vicini di solito si litiga, o bene che ci vada, ci si ignora. A Gonnosfanadiga l’usanza sembra essere diversa: col vicino infatti non solo si va d'amore e d'accordo, ma, insieme, si fa pure il presepe. E’ questa l’ultima moda nata nel paesino del Medio Campidano alle pendici del Monte Linas, nel quale quest’anno, prendendo spunto da un’idea avuta il Natale scorso da alcuni gruppi di cittadini, si è sviluppata a macchia...
d’olio lungo tutto il paese l’iniziativa del presepe “de bixianu”, ossia la realizzazione della Natività del Bambin Gesù in aree comuni o pubbliche, quale frutto della collaborazione tra gruppi di cittadini appartenenti a uno stesso vicinato. Un’iniziativa originale e piena di significato, accolta con entusiasmo da gran parte della popolazione, in un paesino orfano delle luminarie natalizie dall’ormai lontano 2010, anno in cui, in coincidenza con l’inizio dei pesanti tagli ai trasferimenti avuti nel bilancio comunale previsto dalle diverse leggi finanziarie nazionali, l’amministrazione comunale, per scelta, ha deciso, con grosso rammarico e nel tentativo sempre più arduo di quadrare i conti, di far ricadere nella scure delle spese “superflue” i costi relativi all’installazione e gestione delle luminarie natalizie che solitamente illuminavano alcune vie principali del paese.
Grazie anche all’effetto contagio sviluppato attraverso la promozione dell’idea del presepe “de bixianu” mediante l’utilizzo dei social network, tante sono state le opere finora realizzate, tutte originalissime, curate nei particolari, di ottima fattura e ben integrate negli spazi, in molti casi pubblici (pozzi; aree verdi), prescelti per la realizzazione. Opere che hanno visto la partecipazione di bambini, adulti, giovani e meno giovani, realizzate con l’utilizzo di materiali presi da “casa”, in alcuni casi adoperando materiale esclusicamente riciclato, nel pieno rispetto dell’ambiente.
Per la cronaca, portando avanti il progetto avviato negli ultimi anni nel tentativo di ricreare comunque l’aria natalizia pur senza luminarie e abbellire le vie del paese con strumenti a “costo zero”, segnaliamo che l’amministrazione comunale ha bandito un concorso, il cui regolamento con annesso modulo di domanda è scaricabile sul sito del Comune di Gonnosfanadiga (http://www.comune.gonnosfanadiga.ca.it), al fine di favorire e incentivare l’iniziativa non solo della realizzazione dei presepi, ma anche di semplici decori natalizi o di qualsiasi altra rappresentazione artistica che abbiano come oggetto il Natale. Il concorso, riservato a singoli, famiglie, associazioni o quartieri/rioni/bixianusu, prevederà la premiazione dei primi tre classificati con premi simbolici, e la consegna dell’attestato di partecipazione a tutti i partecipanti. Scadenza 23 dicembre.
Buon Natale a tutti!

Commenti