Gonnos, paese di Bar, Macellerie e...

"Non è un paese per vecchi" recitava il titolo di un famoso film dei fratelli Coen,"Non è un paese per Giovani" si sente dire invece per le strade di Gonnosfanadiga origliando tra le chiacchere davanti ad un cappuccino o nell'attesa che il Macellaio di fiducia finisca di sfilettarti la bistecca di giornata. Già, perchè il nostro paese, da sempre rinomato per la buona carne e i Bar che spuntano come funghi, sembra pullulare di vita solo...
...in questi esercizi e che il resto sia solo la vecchia cornice di una tela di cui piano piano stanno sbiadendo i colori. Molti, troppi giovani Gonnesi alla prima occasione fuggono letteralmente dal paese per rifugiarsi dove la Vita sembra avere colori più accesi e opportunità molto più appetibili rispetto al paesino del Medio Campidano, alcuni li ritrovi su Facebook su qualche foto ormai coi capelli bianchi con tanta nostalgia del Paese ma pochissima voglia di tornarci a vivere, altri li incroci a passeggio in qualche calda serata di Agosto mentre trascorrono gli ultimi giorni di ferie prima di ripartire per lidi lontani e ti raccontano tutto quello che hanno guadagnato scappando da qui e quel poco che invece hanno lasciato e che vengono a ricercare quando tornano per qualche giorno a trovare i parenti.
Diciamoci la verità, Gonnosfanadiga non ha mai offerto grossi sbocchi ai giovani, ne dal punto di vista lavorativo ne tantomeno dal punto di vista delle attrazioni e dei passatempi. L'ultimo cinema ha chiuso i battenti ormai da tempo e anche quelle poche occasioni di svago come il Carnevale o le feste patronali stanno diventando sempre di più un pallido ricordo dei fasti di un tempo.
Eppure c'è qualcosa che aleggia ancora nel "sottobosco" paesano che funge ancora da collante tra i giovani gonnesi e che tiene viva la speranza di molti di avere un paese più vivibile e a misura di Vecchi e Giovani. Fortunatamente in paese sono in molte le persone che,un pò per passione,un pò per il gusto di provarci e spesso per puro spirito di sopravvivenza hanno provato a "creare" e portare una ventata di aria nuova da queste parti: sia con qualche nuova manifestazione che provando ad aprire qualche nuovo esercizio commerciale tradizionale o "di nicchia". Molti giovani Gonnesi hanno da sempre mostrato il loro spirito di iniziativa e provato a mettersi in gioco a volte con successo a volte sommersi dalle critiche che,si sa, in un paese piccolo come il nostro sono sempre più degli incoraggiamenti.
È dallo spirito di queste persone che negli ultimi anni sono nate diverse iniziative come la rinascita del Gonnos Calcio e della Polisportiva Primavera, il Gruppo Folk, il Centro Commerciale Naturale per citarne solo alcuni e tante piccole realtà commerciali che piano piano stanno cercando di trovare il loro spazio nel paese in questo grande periodo di crisi. C'è da riflettere sul fatto che,al di la di quello che concretamente vorremmo trovare a Gonnos che sicuramente manca e che aspetta solo un giovane di buona volontà che abbia il coraggio di costruirlo e portarlo avanti, quello di cui il paese ha forse veramente bisogno più di tutto è di un cambio di mentalità da parte di tutti nell'aprirsi e incoraggiare chi ha davvero spirito di iniziativa, a portare avanti le proprie idee anzichè accogliere con troppe critiche tutto quello che di nuovo viene presentato da chi ha voglia di fare e di mettersi in gioco e se si guarda bene di persone volenterose se ne trovano davvero tante, la stessa partecipazione attiva a questo modesto blog da parte di tanti gonnesi ne è una piccola dimostrazione Credo che i tempi per un cambiamento di rotta siano davvero maturi e che sia davvero venuto il momento di capire che Gonnos cambia davvero in meglio se cambiano in meglio tutti i Gonnesi.

Commenti

  1. tanti "mi piace" (meritati) e neanche un commento??? dai, è ora di vivacizzare un po' il blog...

    RispondiElimina
  2. Speriamo che cambi presto il vento...

    RispondiElimina

Posta un commento