Piccola lezione di lingua sarda. La regola delle doppie.

In Italia è diffusa la convinzione che i Sardi "raddoppino" ( per i più colti "geminino") la maggior parte delle consonanti contenute nelle parole.
Ma sfatiamo un luogo comune!!! In realtà nella lingua sarda (e si! perchè di lingua vera e propria si parla) si raddoppiano solo le consonanti contenute nell'espressione "lana sarda de babbu e de mamma".
In pratica le seguenti: L - N- S- R- D- B -M!!. Questo è previsto dalle regole...
ortografiche della lingua sarda comuna (per chi volesse approfondire: www.regionesardegna.it) che andrebbero rispettate da tutti coloro che scrivono e parlano in sardo.
Come tutte, anche questa regola, ha le sue eccezioni, per esempio nei nomi propri di persona e di piante o nei toponimi. 
In linea di massima, ogni volta che si scrive una parola in sardo e si ha il dubbio se le consonanti al suo interno vadano raddoppiate o meno, per andare sul sicuro e sufficiente ricordarsi di questa piccola regoletta.
Buona scrittura allora! ..e ricordatevi che una lingua non è mai morta finchè la si parla!

Commenti